Vittorio Veneto, avevano rubato e incendiato la bandiera nazionale, due minori denunciati dai carabinieri

Sono due minorenni gli autori del furto della bandiera tricolore degli alpini, issata vicino alla stazione ferroviaria e alla sede dell’associazione delle penne nere. Il tricolore era stato anche bruciato e lasciato vicino al pennone, il fatto è avvenuto la notte di Ferragosto scorso.

Ma i ragazzi, uno di origine marocchina e rumena, residenti nell’hinterland vittoriese, non avevano fatto i conti con i carabinieri, e soprattutto con le telecamere di sorveglianza della città. Così dopo una ventina di giorni di indagini sono stati identificati e denunciati alla Procura per i minori di Venezia.

L’episodio è stato uno di quelli avvenuti in città la stessa notte, tra cui il furto in un locale di piazza del Popolo già scoperto dai carabinieri, ed era stato denunciato alla Polizia Ferroviaria, che aveva passato il fascicolo ai carabinieri.

Secondo quanto hanno riferito agli investigatori, e che è stato appurato, hanno fatto quel gesto per noia e non per motivi ideologici. Per loro si profilano comunque le conseguenze piuttosto pesanti per il reato di vilipendio alla bandiera nazionale.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport