Riunione per il piano sicurezza di Vittorio Veneto, per l'arrivo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Forze dell’ordine, amministratori, funzionari del comune in fibrillazione per i preparativi all’arrivo a Vittorio Veneto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella il prossimo 25 aprile.

Questa mattina in elicottero da Roma (nella foto sotto) sono arrivati alti ufficiali di esercito, polizia, vigili del fuoco, polizia locale, Digos e carabinieri per pianificare insieme alla Prefettura, al cerimoniale del Quirinale e agli amministratori guidati dal sindaco Roberto Tonon il piano della sicurezza che sarà molto rigoroso per giovedì prossimo. In piazza del Popolo (nella foto sopra) il gruppo degli operatori non è passato inosservato.

elicottero vittorio mattarella

Mattarella è il settimo presidente della storia repubblicana a venire nella Città della Vittoria e città Medaglia d’Oro al Valore militare per la Resistenza. E sarà anche il primo ad essere presente in occasione della ricorrenza del 25 aprile, Festa di Liberazione: tutti gli altri sono arrivati in città, a cadenza decennale, in occasione dell’anniversario della Vittoria.

Tuttavia come conferma anche lo storico vittoriese Ido Da Ros, autore di diversi libri sui personaggi che hanno calcato il suolo della città, almeno tre illustri personaggi politici che poi sarebbero stati eletti presidente della Repubblica sono saliti sul palco del 25 aprile in piazza del Popolo: Antonio Segni, nel 1951 nelle vesti di ministro dell’Agricoltura e delle Foreste, quindi Oscar Luigi Scalfaro nel 1962, in qualità di sottosegretario al ministero dell’Interno, mentre il record spetta all’indimenticato presidente Sandro Pertini, che sempre per il 25 aprile arrivò a Vittorio Veneto ben prima di diventare presidente tre volte: nel 1960, nel 1970, e nel 1974.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport