Vigneto di San Giacomo, la proprietà non osserva le ordinanze urgenti, parte la denuncia all'autorità giudiziaria

Vigneto di San Giacomo, un nuovo capitolo arricchisce la vicenda: dopo la terza ordinanza non rispettata, emessa dagli uffici comunali mercoledì, nella quale si ordina alla Tenuta San martino di ripristinare immediatamente una porzione dell’area piantumata a vigneto che ricadeva in zona territoriale omogenea F2 , secondo cui sarebbe necessario un accordo tra privato e comune, ovvero una convenzione che sancisse il rispetto delle destinazione a interesse collettivo, scatta ora la denuncia per la ditta proprietaria.

Questa mattina infatti una pattuglia della Polizia Locale incaricata di far rispettare le ordinanze, ha effettuato un sopralluogo rilevando che in effetti tutto è rimasto inalterato. Il tutto alla luce del fatto che mancando la convenzione con il comune che disciplini le modalità di utilizzo della porzione di area ricadente in zona F2, l’intervento, cioè il completamento della piantumazione del vigneto, risulta incompatibile con il dettato urbanistico vigente. Come dire anche che davvero ora “l’affare” si complica per quella che viene definita una “perdurante inadempienza”. Il non rispetto di una ordinanza urgente e contingibile va quindi segnalato all’autorità giudiziaria, insomma come è stato fatto, con una denuncia alla Procura della Repubblica che deciderà come procedere.

Da parte loro i genitori hanno commentato ancora preoccupati per la piega che sta assumendo la vicenda: “ La propensione della proprietà a non osservare le ordinanze, come già dimostrato più volte ed anche nella giornata di oggi 22 marzo, ci preoccupa profondamente. Se non dovessero rispettare l'obbligo di effettuare una coltivazione di tipo biologico, infatti, i nostri figli rischierebbero di venire esposti a tutte quelle patologie che la letteratura medica negli ultimi anni ha dimostrato e con la quale concorda anche l’Ulss, vista la posizione presa. Per questo continuerà il nostro impegno nel tutelare la salute dei bambini.

Ci teniamo, però, a ringraziare il sindaco Roberto Tonon, che sta portando fino in fondo la strada intrapresa, mantenendo l'impegno assunto, e ci auguriamo che nessuno faccia campagna elettorale sulla salute dei nostri figli. Anzi, ci piacerebbe che su questo tema ci fosse una comunione di intenti di tutte le forze politiche e civiche vittoriesi, superando le divisioni create dalle bandiere e dai simboli”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport