Nuova sede dell'unità operativa all'ex scalo merci di Vittorio Veneto, la Protezione civile alpina arriva in treno

L’inaugurazione della nuova sede di Unità di Protezione Civile nel magazzino merci ristrutturato della stazione ferroviaria di Vittorio Veneto (nella foto sopra) è stata prevista per sabato 13 aprile 2019, a 140 esatti – differenza di un paio di giorni – da quando fu inaugurata la linea ferroviaria Vittorio – Conegliano. Era allora martedì 15 aprile 1879.  Per questo gli Alpini della Sezione di Vittorio Veneto, alla luce della chiusura dei lavori di ristrutturazione del magazzino merci che diverrà la sede della propria Unità di Protezione Civile, intendono coniugare le due date quasi coincidenti ed idealmente rivivere, dopo 140 anni, la medesima gioia dell’inaugurazione.

Allora si inaugurarono i binari che univano la città al resto del paese, verso un futuro che la storia di questi primi 140 anni testimonia, e ora si inaugura il vecchio magazzino merci  (nella foto sotto) riconvertito a sede dell’unità di Protezione Civile, verso un analogo futuro che la storia degli Alpini narrerà in futuro. Anche se sono due eventi lontani tra di loro, sono comunque rappresentativi di due realtà, gli Alpini e le Ferrovie dello Stato che concorrono al bene delle comunità. E’ stato così ufficialmente stabilito che sabato 13 aprile 2019, la Protezione Civile degli Alpini vittoriesi salirà in blocco da Soffratta e arriverà dunque in Stazione centrale in treno, per ricevere la sua nuova sede rinnovata e ristrutturata.

scvalo merci vittorio veneto

Lo farà quindi utilizzando proprio la rete ferroviaria, da 140 anni operativa ed efficiente, a bordo del treno regionale 5618, atteso alle ore 16:57 puntuale al binario 2. Poco prima le Penne Nere renderanno omaggio ai Caduti preso il Monumento in Piazza del Popolo. E quindi convergeranno in stazione anche i mezzi a motore ed alcune attrezzature in uso all’Unità di Protezione Civile. La confluenza delle due colonne si concluderà di fronte al magazzino ove inizierà la cerimonia con il solenne alzabandiera. Dopo la benedizione del manufatto, gli interventi delle autorità ed il taglio del nastro, i cori sezionali proporranno alcuni canti per emozionare l’animo dei convenuti. A breve comunque una conferenza stampa illustrerà il dettaglio dell’evento.

(Fonte: Sezione Ana di Vittorio Veneto).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport