Boschi a rischio incendio, a Vittorio Veneto scatta il divieto di accensione di fuochi entro i cento metri dalle aree boschive

Anche Vittorio Veneto si adegua ad una disposizione  già adottata ormai da diversi comuni della Pedemontana. È così già in vigore il divieto di accensione di fuochi in tutte le aree boschive (con vegetazione a cespugli o vegetazione spontanea) e in tutte le zone che si trovano entro la distanza di cento metri da esse. 

La misura è proprio una conseguenza della nota pervenuta dalla Regione Veneto - con la quale è stato dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi - e della comunicazione pervenuta dalla Prefettura di Treviso che invita le Amministrazioni del territorio ad adottare le opportune misure di carattere informativo e preventivo, nonché ad intensificare la sorveglianza per prevenire il rischio fuoco.  Il divieto rimarrà in vigore fino a quando la Regione non emanerà un avviso di cessazione dello stato di pericolo.

Le particolari condizioni del clima - caratterizzato da scarse precipitazioni piovose e nevose - e l’attuale stato della vegetazione, aumentano purtroppo il pericolo di incendi e rendono necessaria la massima prudenza e una continua vigilanza. La recente pioggia, caduta ieri, questo lo possiamo aggiungere, un un po' smorzato l'allarme. Ma le temperature in aumento inducono a tenere sempre alta l'attenzione.

(Fonte: Comune di Vittorio Veneto).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport