Ascom Vittorio Veneto, Paludetti per la terza volta presidente: "Alla nuova amministrazione chiederemo una pietra tombale sui centri commerciali"

L’Associazione Commercianti del mandamento vittoriese ha deciso per la continuità. Nella sua prima riunione, il consiglio direttivo (nella foto) eletto dall’assemblea degli associati del 22 febbraio scorso, ha provveduto infatti alla nomina del nuovo presidente e dei suoi due vice, che compongono la Giunta esecutiva. Sono stati quindi confermati Michele Paludetti, al terzo mandato di presidenza, e i suoi due vice Giuseppe Partata e Gianni Rasera.

Entrano in consiglio tre volti nuovi: Matteo Perin e Lara Saccon, pubblici esercenti, e Andrea Visentin, titolare dell’omonimo negozio di abbigliamento. Completano il consiglio Paolo Beghetti, Edoardo Carniel, Pierpaolo D’Agostin, Maria Beatrice Paludetti e Mauro Posocco. Il collegio dei revisori dei conti è composto da Roberto Camerin, Antonio Dal Cin e Giuseppe Pinto.

Dunque per la terza volta Michele Paludetti, che ha accettato un impegno abbastanza gravoso per altri cinque anni: "Da statuto un presidente può coprire tre mandati, ma è dura: mi ha fatto piacere la fiducia che hanno riposto gli associati. C’è da lavorare in funzione di migliorare la situazione economica del nostro settore ma ci sono nuovi consiglieri, giovani, mi daranno una mano con nuovi stimoli. E’ un buon gruppo con cui abbiamo condiviso parecchie cose".

E alla nuova amministrazione cosa chiederà l’Ascom: "Stiamo prendendo contatti con tutti. Chiederemo il cambio dei sensi unici, ci teniamo molto per non tagliare fuori Duomo e via Manin che hanno sofferto con quelli attuali. Sarà difficile, ma se c’è la volontà… Poi una pietra tombale su centri commerciali e supermercati per far riscoprire le piccole attività, far arrivare gente in città e che i cittadini soprattutto possano vivere la loro città".

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Ascom Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport