Hotel Terme chiuso da mesi a Vittorio Veneto, l'allarme di Toffoli e dell'Ascom: "Bisogna farlo riaprire, si perde il turismo"

Hotel Terme (nella foto) chiuso da gennaio, ufficialmente fino al 17 marzo per ferie e miglioramenti. Ma non sono stati visti interventi di rilievo e rischia di sparire l’unico vero e proprio hotel dal centro città. Con un post su facebook ha lanciato l’allarme Michele Toffoli, candidato sindaco e commerciante con una laconica affermazione: "Nel silenzio più assoluto uno storico hotel in centro città ha chiuso. Sicuramente una ferita profonda che mi auguro possa guarire al più presto. Vittorio Veneto non può permettersi di perdere altre attività produttive".

"E’ proprio tutto chiuso, non abbiamo visto lavori o miglioramenti – conferma Toffoli -. Speriamo che sia una chiusura temporanea, ma i presupposti inducono a pensare che non sarà così. Purtroppo chiude l’unico hotel in centro, e allo stato attuale la città non è in grado di ospitare un pullman di turisti. Bisogna che sia la politica a fare scelte precise, di concerto con investitori, sfruttare il core business della città che è il turismo. Se chiudono le attività di ricezione andiamo ko. La gente va a Conegliano, Montebelluna Oderzo, qui resta il mordi e fuggi. Dobbiamo invertire la tendenza".

Un allarme raccolto anche dal nuovo presidente dell’Ascom Michele Paludetti: "Non sappiamo se riaprirà o meno, anche perché non è nostro associato, ma se non riapre è una grossa batosta per il settore – afferma - bisogna assolutamente rifarlo riaprire e rinascere con gente professionista del settore e non improvvisata. Direi che se esiste il trend positivo di presenze turistiche in questi anni a Vittorio Veneto urge che un imprenditore del settore si possa fare carico di riavviare. Spero che ci sia un intervento anche da parte dell’amministrazione".

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: web).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport