La Lega Nord per Vittorio Veneto ufficializza sabato alle 11 Antonio Miatto. Da Re: "Uniti con tutto il centro-destra"

Si dirada la nebbia attorno alle manovre pre elettorali dei partiti e movimenti che in città si stanno preparando all’appuntamento con le amministrative: dopo le candidature di Marco Dus per il Pd, e Michele Toffoli per le civiche Forza Vittorio e Vittorio Veneto città in movimento, tocca salvo imprevisti posticipi dell’ultima ora alla Lega Nord e al Centro destra, che stando a quanto ancora trapela con il contagocce, dovrebbero correre insieme, presentare la candidatura di Antonio Miatto (nella foto). Ormai non è più un segreto. Sarà con tutta probabilità sabato alle 11 al Bar Lux.

Lo ha confermato il segretario nathional ed ex sindaco Gianantonio Da Re che anticipa la presentazione aspettando e auspicando anche la presenza di tutto il centro destra, come parrebbe davvero possibile salvo sorprese. Sia da Forza Italia che da Fratelli d’Italia arrivano commenti del tutto positivi, ma è ancora prematuro. Il coordinamento cittadino di Forza Italia sta ancora dialogando, ma l’intenzione, come pure per Fratelli d’Italia, è appoggiare comunque il candidato della Lega Nord. Ma ci sono dettagli ancora da definire, questione di ore.

Per ora va avanti il partito di maggioranza del Centro destra con le sue tre liste. Forza Italia è propensa invece a presentare una lista. Sul fronte dei movimenti delle civiche anche Partecipare Vittorio probabilmente domani deciderà se presentare o meno le proprie liste: si ventila anche come candidato il nome di Alessandro De Bastiani, mentre pare proprio che Adriano Botteon ora consigliere comunale del Gruppo Misto dopo essere usciti dalla maggioranza del Pd, non sarà della partita non solo come candidato sindaco ma nemmeno come consigliere: “Farò politica in modo diverso - ha detto - magari dal mondo associativo, ma a Vittorio Veneto c’è davvero l’esigenza di una offerta alternativa seria”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport