In fuga dopo una tentata truffa dello specchietto a Vittorio Veneto, tre pregiudicati denunciati dai Carabinieri

Denunciati per il reato di tentata truffa dopo aver cercato di mettere in pratica la nota e diffusa "tecnica dello specchietto".

Nella giornata di ieri, mercoledì 6 marzo, sono in tre ad essere stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso dai carabinieri della stazione di Cison di Valmarino: R.A., classe 1993, R.F., classe 1974 e R.G., classe 1993. I tre, residenti a Adrano in provincia di Catania, nullafacenti e pregiudicati, sono entrati in azione lungo largo Porta Cadore, a Vittorio Veneto, fermando una Fiat Punto guidata da un vittoriese classe 1996.

Il pretesto messo in atto dai tre, come da copione, quello di aver subito un danno allo specchietto dell’auto di proprietà di R.A., una Alfa Romeo blu, seguito poi dalla richiesta di ricevere una somma in denaro, come riparazione del danno subito. Alla richiesta dal giovane guidatore vittoriese di un intervento dei carabinieri, intuito evidentemente l’inganno, i tre si sono dati alla fuga in direzione di Revine Lago.

Intercettati, sono poi stati fermati dalla pattuglia dei carabinieri di Cison di Valmarino a Tovena. Terminate le procedure di identificazione, i tre soggetti sono stati denunciati per il reato di tentata truffa.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport