Vigneti e salute dei bambini, a Vittorio Veneto un convegno con l'Uls e i genitori dell'asilo di San Giacomo

“Vigneti e salute dei bambini”: è questo il tema dell'incontro organizzato dai genitori della Scuola dell’Infanzia di San Giacomo, che si terrà giovedì 14 febbraio alle ore 18 nella sala convegni della Biblioteca civica di Vittorio Veneto, e patrocinato da Regione Veneto, Isde (International society of doctors for environment), Ulss 2 Marca Trevigiana e  Comune di Vittorio Veneto.

Relatori della serata saranno il dottor Giacomo Toffol, pediatra, vicepresidente Isde Treviso, da anni impegnato nel promuovere la conoscenza dei rischi per la salute, in particolare dei bambini, correlati all'uso di prodotti fitosanitari, e il dottor Sandro Cinquetti, Direttore del Servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Ulss 2. 

La viticoltura intensiva convenzionale necessita dell'utilizzo di molte sostanze chimiche per alcune delle quali non è accertata l’innocuità. La diffusione  ovunque di queste coltivazioni, anche in vicinanza dei centri abitati e delle zone frequentate dalle popolazioni più a rischio, quali i bambini, desta preoccupazioni nella popolazione e nelle strutture sanitarie. "L’intento di questo incontro -  spiegano gli organizzatori - è quello di presentare le conoscenze sui rischi per la salute correlati all'utilizzo di alcuni fitofarmaci, basate sull’analisi della letteratura medica internazionale più recente, e le possibili modalità di protezione individuale. Fin dall'inizio di tutta questa vicenda, come genitori, abbiamo sentito l'esigenza di informarci sui possibili rischi a cui i nostri figli potrebbero andare incontro se venisse piantumato un vigneto accanto alla scuola dell’infanzia che frequentano ogni giorno".

Per questo  si è pensato ad una serata informativa in cui invitare il dottor Toffol, un pediatra che da anni effettua studi nel campo degli effetti dei prodotti fitosanitari sulla salute dei bambini. Insieme a lui anche il dottor Cinquetti, massimo esperto dell’ulss in materia, che da anni opera sul campo e raccoglie i dati statistici degli studi a cura dell'azienda sanitaria. Il tutto servirà per per avere un quadro più obiettivo possibile sull'argomento e dare voce alle varie posizioni in base ai dati.

Nel corso della serata a ingresso libero si parlerà della riduzione dei rischi sulla salute grazie all'adozione di misure di tutela da parte dei viticoltori, quali siepi, fasce di protezione adeguate, comunicazione preventiva dei trattamenti e dei loro tempi di recupero e interventi in orari in cui i bambini non sono presenti nella struttura. Verranno inoltre presentati i possibili vantaggi della coltivazione biologica, che non necessita dell’uso di sostanze chimiche sintetiche, ed i possibili benefici per la salute dei bambini legati alla presenza di spazi verdi alberati all'interno o nelle vicinanze degli ambienti urbani.

(Fonte: Comitato genitori).
(Foto: Archivio Qdpnews)
#Qdpnews.it

// Storie di Sport