Piazza Meschio (nella foto)  a Vittorio Veneto in dirittura d’arrivo. Si sta lavorando a dettagli e finiture, oggi si procede con l’asfaltatura del manto di usura, l’illuminazione c’è già, e per il prossimo fine settimana finalmente dopo diversi anni, almeno otto, i mescolini potranno rivedere la loro piazza, che non sarà più adibita come una volta praticamente a parcheggio, ma con il recupero avrà caratteristiche diverse e più consone ad un punto di riferimento per la comunità.

Questo almeno nelle intenzioni degli amministratori che hanno annunciato l’approssimarsi della conclusione dell’intervento, iniziato dalla ditta aggiudicataria lo scorso mese di febbraio e andato avanti per oltre otto mesi, con qualche proroga, l’ultima scaduta lo scorso 27 settembre, e interruzioni dovute alle situazioni meteo. Ma non solo, anche ad aggiornamenti chiesti dalla Sovrintendenza e la necessità di coordinare altri lavori di inserimento di sottoservizi.

Con un investimento di 720 mila l’eterna incompiuta vedrà finalmente la luce ad un anno esatto, giorno più o giorno meno, da quando lo annunciò il sindaco Roberto Tonon lo scorso settembre 2017.

Fa sempre discutere il tratto di muretto perimetrale che è stato realizzato a protezione della piazza dalla vicina statale Alemagna di via Dante. Si è cercato di renderlo meno impattante, ma a molti non piace.

In rete si susseguono invece i commenti positivi, non tutti, e le ironie sui tempi. Ma fa parte della dialettica dei vittoriesi: quando la piazza sarà accessibile ne guadagnerà tutta la città con la sparizione di un cantiere poco piacevole da vedersi.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it