Vidor, il ciclista Andrea Zanetton dopo il grave incidente a Borso del Grappa ringrazia i soccorritori: "Sono miracolato"

Mercoledì scorso 28 agosto alle ore dieci circa, in centro a Borso del Grappa, davanti alla farmacia comunale si è verificato un grave incidente che ha visto coinvolti un furgoncino guidato da un autista del luogo e il ciclista vidorese Andrea Zanetton, 38 anni, che in passato ha ottenuto diversi piazzamenti gare amatoriali (qui l'articolo).

Zanetton, in sella alla sua bici, dall'impatto con il mezzo è stato sbalzato di qualche metro finendo poi a terra sull'asfalto. Vista la gravità dell'incidente è stato trasportato d'urgenza con l'elicottero del Suem all'ospedale di Treviso in condizioni critiche, ma fortunatamente non in pericolo di vita.

Ripresosi dall'incidente, ora che la sua salute lo permette, Andrea Zanetton vuole ringraziare tutte le persone che gli hanno prestato soccorso e lanciare un messaggio di incoraggiamento alla vita: “Sono un miracolato visto l'incidente che mi è accaduto e ho pensato in quei frangenti di morire, ma il solo pensiero di lasciare i miei affetti mi ha dato la forza per reagire e risvegliarmi. Non potevo lasciare orfani di un padre tre figli e una futura moglie, la mia famiglia e tutti coloro che hanno dimostrato di volermi bene in questi anni, nonostante alcuni intoppi che la vita mi ha riservato. In questi giorni io ed i miei familiari abbiamo ricevuto l'affetto anche di persone sconosciute ed un ringraziamento speciale vorrei farlo a loro ma non solo, anche a chi mi ha soccorso: al farmacista di Borso del Grappa, al sindaco dello stesso paese Flavio Dall'Agnol, ai residenti, e a tutti i medici, infermieri, tirocinanti, assistenti, operatori socio sanitari (questi ultimi il cui lavoro viene spesso sottovalutato) dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso che con grande rispetto e passione si stanno prendendo cura di me per rimettere a posto “Roborot”. Come in altre occasioni la vita mi ha dato un'altra possibilità, vedrò di farne tesoro e condividere con le persone care la bella opportunità che ci viene data: la vita. Come la vita mi ha insegnato “Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo trova la forza per rialzarsi sempre” e mi dico: Andrea sii di esempio anche questa volta per te stesso e per i tuoi figli e non mollare.”

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione di Andrea Zanetton).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport