Scuola dell'infanzia aperta alla cittadinanza per la "Festa del libro" domenica scorsa a Vidor

La scorsa domenica 14 aprile alla scuola dell'infanzia “Cavalier Carlo Tittoni” si è svolta la Festa del libro, organizzata in collaborazione con la biblioteca comunale di Vidor.

Il pomeriggio è iniziato con la mostra dei libri realizzati a mano direttamente dai bambini della scuola materna utilizzando varie tecniche e con la mostra del mercato dei libri per l'infanzia forniti dalla libreria per ragazzi “Il Treno di Bogotà” di Vittorio Veneto. Alle ore 15 c'è stato l'intervento di Vera Salton, libraia, antropologa ed esperta di letteratura per l'infanzia, con delle letture ad alta voce per bambini e formazione per i genitori dal tema “Libri di latte, libri di gioco, libri di libri”. Per concludere la giornata c'è stata la festa con il buffet e con i giochi del clown Teone.

Già durante la scorsa settimana, inoltre, sempre alla scuola dell'infanzia, si è tenuta una mattinata di letture di storie da parte dei nonni volontari che hanno catturato molto interesse e molta attenzione da parte di bambini. Oltre a proporre ai bambini delle attività di tipo creativo ed a presentare i loro lavori, lo scopo di questa iniziativa è stato quello di far conoscere la scuola alla cittadinanza, come spiega la coordinatrice Silvia Minute: "La festa del libro è nata come un'opportunità per aprire la nostra scuola alla comunità ma, alla fine, si è rivelata una vera e propria festa ricca di divertimento, cultura e collaborazione reciproca. Noi insegnanti e amministrazione della scuola siamo ampiamente soddisfatti dell'esito dell'evento".

"Di questo - continua - dobbiamo ringraziare diverse persone: i protagonisti della giornata, i bambini del nostro asilo, che hanno reso la struttura ancora più bella con i loro lavori, gli artisti ossia la bravissima lettrice Vera ed il divertentissimo clown Teone che hanno partecipato attivamente in modo eccellente ai momenti di intrattenimento, i genitori che come sempre sono vicini alle nostre iniziative in maniera attiva e coesa ed il Comune che attraverso il suo importante contributo e la collaborazione con la biblioteca di Vidor ci ha regalato quei momenti che hanno fatto sognare i nostri bambini. Il valore di questa giornata non si è realizzato solo nel divertimento, ma anche in un riavvicinamento al mondo della lettura, che in questa era digitale, forse, è stato messo un po' in disparte".

"Noi vogliamo ricordare che leggere non è solo cultura per ciò che si apprende attraverso i contenuti, ma è anche una forma di educazione importante e fondamentale per ogni persona in qualsiasi età. Leggere fa bene, leggere fa stare assieme, leggere vuol dire divertirsi e diventare persone migliori".



(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Vidor).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport