Prevenzione, sicurezza e attenzione al territorio. Con queste parole si riassume l'intervento di questa mattina, 10 ottobre 2018, da parte dei tecnici di Anas per valutare i possibili rischi di stabilità del ponte di Vidor, lungo la strada provinciale 2.

Nello specifico è stata verificata la tenuta dei dodici piloni dello storico manufatto, costruito nel 1910, ritenuto un'infrastruttura strategica per la viabilità dell'intera area circostante, e sono stati installati dei sensori che misuranno la stabilità della struttura.


Come era facile ipotizzare, l'intervento ha creato alcuni disagi al traffico, vista la decisione di attivare un senso unico alternato per poter accedere al ponte, con limitazione della velocità a 50 e 30 km/h e divieto di sorpasso. A questo si sono aggiunti dei problemi legati ad un incidente verificatosi nel territorio di Valdobbiadene che ha creato ulteriori code.

Nonostante queste criticità il sopralluogo è andato a buon fine e in questo modo si è venuti incontro alle legittime istanze di cittadini e amministratori del luogo che, dopo i tragici fatti del ponte Morandi a Genova, chiedevano a gran voce un ulteriore punto della situazione riguardo una struttura di importanza cruciale per l'economia dell'Alta Marca Trevigiana e non solo.

Anas ha risposto positivamente all'appello del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, nonostante la competenza del ponte di Vidor sia in capo alla Provincia di Treviso.

Presenti sul posto Fabio Maggio, consigliere comunale di Pederobba, il sindaco di Vidor Albino Cordiali e il vicesindaco di Valdobbiadene, Pierantonio Geronazzo. Unanimi le dichiarazioni dei tre amministratori, che hanno voluto manifestare la loro soddisfazione per un intervento di monitoraggio iniziato già nel 2007, ma che ha richiesto ulteriori valutazioni dopo i tragici fatti di Genova.

Ulteriori dettagli sul sopralluogo saranno resi pubblici nelle prossime settimane, nella speranza che il dibattito sulla necessità di restaurare il ponte, ed eventualmente di realizzarne uno nuovo, prosegua e si concretizzi presto in qualcosa di tangibile.


(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it