Al via la 22esima edizione del Palio di Vidor, domani il tradizionale assalto al castello

Tutto pronto a Vidor per il week-end del Palio, giunto alla 22esima edizione. Questa sera, sabato 8 settembre, in programma la cena a base di prodotti tipici marchigiani, grazie al gemellaggio del paese con la cittadina di Petritoli. A seguire l'esibizione del Saltarello e la presentazione delle squadre che si sfideranno nel tradizionale assalto al castello.

Domani, domenica 9 settembre, a mezzogiorno al centro polifunzionale si potrà degustare lo spiedo preparato dalla Pro Loco "La Vidorese".

Il Palio si aprirà alle 14.30, partendo dall'abazia di Santa Bona, con la sfilata in costumi medievali. Alle 16 il clou della manifestazione: tra le incitazioni del pubblico le otto squadre partecipanti si contenderanno la gara dell'assalto al Castello, prima portando una scala ed in seguito percorrendo la salita del colle sostenendo una trave. Vincerà la squadra che impiegherà il minor tempo a compiere il percorso. Il tutto si concluderà alla sera con le premiazioni e la festa al centro polifunzionale.

Parteciperanno le contrade di Vidor (Centro, Colbertaldo, Bosco, Alnè di Sotto, Alnè di Sopra), le squadre dei paesi vicini di Moriago (nella foto la squadra dello scorso anno, vincitrice del palio per il secondo anno consecutivo)  e Sernaglia della Battaglia, ed il gruppo da Petritoli in arrivo per l'occasione. Inoltre i giovanissimi "Megapippe" correranno fuori gara.

"Come novità di quest'anno noi della contrada di Vidor centro abbiamo fatto realizzare dei gadget promozionali: lo stendardo, il cappellino e la maglietta disegnati dall'artista vidorese Mauro Marin, ed in questi giorni stiamo passando per le case per proporli ai cittadini - afferma il consigliere comunale Davide Bolzonello, tra gli organizzatori - Il ricavato, oltre a ricoprire le spese che abbiamo sostenuto per la squadra ed il chiosco, verrà devoluto in beneficenza alle associazioni locali".

"Nell'organizzare gli eventi c'è sempre più burocrazia e ci sono alcune nuove normative anche per il corretto montaggio dei gazebi - prosegue Marin - Inoltre la scritta gigante 'Vidor', visibile da distante, che dal 2015 è stata posta sul colle del Castello si sta rovinando e per rifarla ci sono dei costi da sostenere. Lo scopo dei gadget è quello di coinvolgere la gente a partecipare attivamente alle manifestazioni per il bene del paese, rilanciare il palio e divertirsi nello stare assieme. Ora speriamo che domani arrivi tanta gente".

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport