La casa di riposo di Vidor in gita a Caorle, "non è mai troppo tardi per vedere il mare"

L'idea della gita è nata ancora l'anno scorso, di ritorno dall'adunata di Treviso, quando qualcuno, parlando del più e del meno, aveva raccontato che nella sua vita non aveva mai visto il mare. Gli educatori della Casa di Riposo ed Opere Pie Riunite di Vidor non hanno dovuto pensare troppo a quale sarebbe stata la prossima meta. Così mercoledì 30 maggio, ospiti, personale e ad un buon numero di volontari dell'associazione "Arcobaleno" si sono recati in gita a Caorle.

La mattinata è stata molto ricca: una bella passeggiata per il centro storico, una visita alla chiesetta della Madonna dell'Angelo, e infine una camminata sul piccolo molo adiacente, per arrivare il più vicino possibile all'acqua.

Vidor casa riposo caorle centro

Tante le parole durante il cammino. Qualcuno raccontava i ricordi delle tante vacanze passate in famiglia, altri lo stupore nel vedere per la prima volta il mare. Verso mezzogiorno la comitiva si è recata al ristorante per un ottimo pranzo di pesce. Risate, canti e allegria hanno tenuto banco per tutta la giornata, fino al rientro a casa nel tardo pomeriggio.

"Durante il viaggio di ritorno qualcuno ha già ipotizzato la meta della prossima gita, vedremo se sarà possibile realizzarla - commentano gli educatori - Per ora ringraziamo l'associazione di volontariato Arcobaleno che ha reso possibile questa bella giornata, non solo con la numerosa presenza dei suoi volontari ma anche per aver sostenuto le spese. Ancora un grazie di cuore da parte di tutti noi".

(Fonte e foto: Casa di Riposo ed Opere Pie Riunite).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport