Dalla Regione 38 milioni di euro di finanziamento per la mobilità e la sicurezza stradale, 111 comuni interessati

L’assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, in rappresentanza della Regione, ha sottoscritto 119 accordi di programma con 111 Comuni del Veneto, finalizzati alla realizzazione di interventi riguardanti la mobilità e la sicurezza stradale.

I finanziamenti sono stati assegnati per effetto dello scorrimento di due graduatorie approvate nel 2017 e nel 2018 per lavori di consolidamento e messa in sicurezza della viabilità di interesse comunale: uno riguarda 51 interventi, per complessivi 3 milioni 691.231,63 euro, di cui 2 milioni 301.599,86 milioni dalla Regione; l’altro 68 interventi, per un investimento di circa 34 milioni di euro, di cui 13,5 milioni di contributo regionale.

Con questi ulteriori interventi infrastrutturali proseguiamo concretamente la nostra azione per rendere più sicura e funzionale la rete stradale veneta – sottolinea l’assessore –, dando soluzione in modo mirato a situazioni di riconosciuta criticità, a ‘punti neri’, completando tracciati alternativi agli attraversamenti dei centri urbani, attivando segnaletica a messaggio variabile e di informazione all’utenza, realizzando percorsi ciclabili e pedonali protetti in ambito urbano”.

Le Amministrazioni comunali – conclude De Berti –, grazie a questi finanziamenti regionali hanno la possibilità di attuare iniziative, magari irrealizzate sino ad oggi per mancanza di risorse, per ridurre il rischio di incidenti sulle proprie strade, dando priorità agli interventi nelle situazioni che presentano una maggiore sinistrosità. 

Nell’Alta Marca sono stati interessati dai contributi: il Comune di Cison di Valmarino per intervento a favore della mobilità e sicurezza stradale Borgo Rurale Case Marian 1, Comune di Farra di Soligo, per interventi di miglioramento della viabilità comunale tratto Via San Vigilio a Col San Martino e tratto di Via San Lorenzo a Farra di Soligo.

Quindi Comune di Mareno di Piave per realizzazione del percorso ciclopedonale tra il capoluogo e la frazione di S. Maria del Piave; Comune di San Fior per realizzazione di intersezione a rotatoria tra via Europa e via Caliselle; Comune di Sarmede per lavori di recupero e messa in sicurezza dell'antico percorso per Ceneda e Torta (ora percorso della Resistenza); Comune di Segusino per dissesti e cedimenti stradali di Via Cal del Pont, di Via Riva Secca e di Via Grassa.

Infine  Comune di Sernaglia della Battaglia per lavori sulla Sp 34 "Sinistra Piave" e Sp 4 "di Pedeguarda", sistemazione a rotatoria dell'interseziona tra via Mercatelli S. Anna, via Pieve di Soligo e via al Bivio; e per riqualificazione incrocio di Via Castello con Via Cal del Bue e Via Nogarazze; Comune di Tarzo per lavori di ammodernamento percorso pedonale e ciclabile e messa in sicurezza lungo la Sp 635 "del Passo del San Boldo"; e Comune di Vidor per realizzazione rotatoria sulla Sp. 34 fra via Marconi, via Ferret e via Palladio.

(Fonte: Giunta Regionale del Veneto).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport