Fiera Caccia, Pesca e Natura, da ieri a Longarone tante proposte per gli appassionati di un settore in crescita

È iniziata ieri, venerdì 12 aprile 2019, la Fiera Caccia Pesca Natura negli spazi di Longarone Fiere Dolomiti:  un appuntamento tra i più importanti a livello nazionale per tutti gli appassionati dei prodotti, delle attrezzature e dei servizi per la caccia e la pesca sportiva. Per tre giorni, fino a domenica 14 aprile, Longarone sarà la sede privilegiata per confrontarsi sul futuro della figura del cacciatore e del pescatore, per far riflettere la società sul loro ruolo di "custodi della natura e del territorio", come un tempo venivano considerati. 

Tanti gli appuntamenti previsti nel ricco programma dei tre giorni di fiera: dalla mostra dei trofei delle riserve alpine di caccia del bellunese, alla Festa del Cacciatore, arrivata alla 24esima edizione, fino alle proposte negli spazi dedicati alle dimostrazioni del nucleo cinofilo antiveleno e nell'area dove sarà ospitato il Campionato Nazionale di Tassidermia.  Diversi gli spunti e le novità per il mondo delle armi, del collezionismo venatorio, dell'oggettistica legata alla pesca oltre ad alcuni punti ristoro e aree tematiche. 

La caccia e la pesca sono due temi molto sentiti - ha affermato Roberto Padrin, sindaco di Longarone e presidente della provincia di Belluno - che coinvolgono un grandissimo numero di appassionati in provincia di Belluno ma penso in tutta la Regione Veneto. Si tratta di una grande occasione d’incontro e un modo per confrontarsi su questo mondo venatorio che ogni tanto viene criticato, soprattutto dal mondo degli ambientalisti, ma io penso che sia fondamentale per la tutela e la salvaguardia del territorio”.  

“Per noi - ha proseguito Padrin - è importante anche la Festa del Cacciatore in cui tutti i distretti venatori della provincia coinvolgono anche quelli da fuori provincia in un grandissimo momento in cui presentano quelli che sono i trofei che hanno ottenuto durante la stagione venatoria. Il valore di questa fiera deve andare al di là di quelli che sono gli aspetti superficiali perché il mondo della caccia ha delle peculiarità specifiche di persone che vogliono bene al territorio. In un territorio di montagna come quello nostro - ha concluso il sindaco di Longarone -, duramente colpito dall’alluvione di fine ottobre 2018, penso che il ruolo che possano avere queste persone sia ancora più importante e questo momento può essere un significativo punto di ritrovo e partenza per un futuro che spero riesca a coinvolgere sempre più persone”. 

La Fiera Caccia Pesca Natura - ha spiegato Giorgio Bosa, vice presidente Longarone Fiere - è ormai un appuntamento imperdibile per Longarone Fiere perché la caccia e la pesca fanno parte del nostro territorio. Pensiamo a tutti i bacini di pesca che ci sono lungo il Piave e pensiamo a tutti i territori molto particolari di caccia e alle riserve che ci sono in provincia di Belluno. E'la festa del cacciatore - ha concluso Bosa - e di chi va a pescare. Oggi saranno delle gare importanti dove si sfideranno i vari pescatori. Si tratta di un appuntamento che ormai è entrato a pieno titolo nella lista delle fiere che si fa a Longarone. Domenica partirò per la Cina dove promuoveremo Longarone Fiere, per creare nuovo interesse per le nostre iniziative”.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® Riproduzione riservata)
#Qdpnews.it

Visualizza le altre foto
0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport