Ripartirà oggi, martedì 30 ottobre, e rimarrà aperta fino a domenica prossima, 4 novembre, la fiera "Arredamont" a Longarone, giunta alla 41esima edizione. Viste le previsioni meteo della giornata di ieri, la fiera nel pomeriggio è rimasta chiusa per decisione del sindaco Roberto Padrin.

La mostra dell'arredare in montagna è stata inaugurata sabato scorso con i saluti del presidente uscente di Longarone Fiere Dolomiti, Giorgio Balzan, del neo-presidente Gian Angelo Bellati, del vice presidente della Regione Veneto Gianluca Forcolin, del presidente della provincia di Belluno e sindaco di Longarone Roberto Padrin, del presidente della Camera di commercio di Treviso e Belluno Mario Pozza e dei parlamentari Federico D'Incà e Roger De Menech.

Dopo il taglio del nastro è stata scoperta l'ultima opera dell'artista Mauro Lampo, "Omaggio a Leonardo Da Vinci",  un grande bassorilievo in cirmolo che rappresenta l'opera del pittore Leonardo da Vinci "La battaglia di Anghiari" e rimarrà esposta per tutta la durata della manifestazione.

La fiera "Arredamont", che si svolge a fine ottobre nei padiglioni di Longarone Fiere in via Del Parco, è un appuntamento unico nel suo genere in Italia. In questa edizione sono presenti ben 212 espositori e 249 marchi aziendali da tredici regioni italiane e nove Paesi esteri con prodotti originali accanto a mobili e complementi di arredo in legno tradizionali.

L'esposizione completa, aperta sia a chi vuole arredare la propria abitazione sia per alberghi, ristoranti e strutture ricettive, spazia da cucine, soggiorni, camere e bagni, a tutti i mobili e complementi di arredo per la casa, serramenti, scale, pavimenti, stufe, caminetti, caldaie e riscaldamento, isolamenti, oggettistica, tessuti, tendaggi, tappeti, biancheria per la casa, macchine per cucire, divani, materassi, impianti per l'acqua, articoli casalinghi, utensili, cornici, accessori, oggetti da collezione, lampadari, impianti e serbatoi, sistemi di allarme, apparecchiature per la pulizia, cancelli e recinzioni, pompeiane, materiali per il restauro edilizio, prodotti tipici e tanto altro.

Tra le novità del 2018, la possibilità di vedere l'interno di una lunotta, ossia una mini-suite in legno a forma di botte. Ampio spazio è dedicato ai piccoli artigiani con complementi di arredo e realizzazioni artistiche.

Il programma è ricco e nelle varie giornate verranno proposti ai visitatori momenti di formazione e approfondimento, con i laboratori di "Dolomiti Handmade", gli incontri della Consociazione italiana tappezzieri arredatori con la realizzazione dal vivo di un arazzo gigante, e ancora corsi, convegni, incontri a cura del Centro per la Formazione e la Sicurezza di Belluno, del Centro Consorzi e dell'associazione Io amo Castellavazzo. Sono coinvolti anche gli alunni dell'Istituto superiore statale "Enrico Fermi" che eseguiranno dei manufatti in legno ed il Consorzio Mascherai Alpini con realizzazioni di maschere dal vivo.

Arredamont è un cantiere in continua evoluzione che cresce sempre più in qualità espositiva e ogni anno presenta delle novità per soddisfare il pubblico. Per i prossimi giorni e soprattutto per il prossimo weekend si attendono molti visitatori, che lo scorso anno sono stati più di 30 mila.



(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Interviste video a cura di Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
#Qdpnews.it