Valdobbiadene, odori nauseabondi in via Erizzo, risveglio "amaro" per i residenti, lamentati problemi a gola e occhi

Questa mattina, martedì 8 ottobre 2019, già a partire dalle ore 7, un fastidioso odore, simile a quello che si sente quando si brucia la plastica, ha rovinato il risveglio dei residenti di via Erizzo a Valdobbiadene.

All'altezza del distributore Tamoil, che si trova proprio lungo via Erizzo, alcune persone hanno lamentato problemi agli occhi e alla gola facilmente ricollegabili all'odore acre percepito già di prima mattina.

Intorno alle ore 9, l'odore nauseabondo non se ne era ancora andato e in tanti hanno cercato di capire se ci fosse del fumo in giro o, almeno, quale fosse la causa di questa puzza difficilmente sopportabile.

Purtroppo, nessuno è riuscito a capire quale fosse la genesi di questo odore e da dove provenisse l'ostile tanfo. In ogni caso, al momento non sembrano essere giunte segnalazioni particolari in Comune il quale, quindi, non ha potuto attivarsi per risolvere la situazione.

Rimane il fatto che il risveglio dei residenti di via Erizzo non sia stato sicuramente dei migliori. Ora, se il problema dovesse ripresentarsi, sarà opportuno partire subito con gli accertamenti e i rilievi del caso per appurare che dietro la fastidiosa puzza non si nasconda qualcosa di più serio.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.