Valdobbiadene, il “Patrimonio dell’Umanità” rientra nei progetti didattici: gli alunni della "Dieffe" in visita nelle colline della Docg

L’anno scolastico dei ragazzi della scuola di ristorazione Dieffe “Piero Berton” di Valdobbiadene non poteva che iniziare con una gita per ammirare il paesaggio delle colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene.

Ieri mattina, venerdì 13 settembre 2019, gli studenti della "Dieffe" hanno camminato tra i vigneti della frazione di Santo Stefano e hanno visitato la celebre “Osteria Senz'Oste”.

Il Patrimonio dell'Umanità, quindi, rientra nel progetto didattico della scuola per formare chef, personale di sala e professionisti della ristorazione che conoscano anche le peculiarità dell'agricoltura eroica che ha reso Valdobbiadene famosa in tutto il mondo.

Intorno alle ore 10.30, gli alunni della scuola di ristorazione valdobbiadenese hanno incontrato anche l’assessore all'istruzione del Comune di Valdobbiadene, Martina Bertelle, che ha sensibilizzato i ragazzi sui concetti di bellezza e armonia del territorio in cui è ospitato anche il loro istituto scolastico.

DIEFFE 2

“Sono arrivata - ha affermato Martina Bertelle, assessore all'istruzione e alle politiche sociali di Valdobbiadene - alla fine del giro dei ragazzi, quando si trovavano all'Osteria Senz'Oste. Ho portato i saluti dell’amministrazione comunale di Valdobbiadene e ho chiesto ai ragazzi di osservare ciò che stava intorno a loro, per ammirarne la bellezza”.

“Molto spesso - conclude l’assessore Bertelle - non ci accorgiamo di cosa abbiamo davanti ai nostri occhi. Soprattutto in questo momento, visto che il nostro territorio è diventato Patrimonio dell’Umanità, dobbiamo fare attenzione a quanta bellezza ci sta intorno. Inoltre, ho detto ai ragazzi che hanno scelto un'ottima scuola che in questi anni è cresciuta molto. Sicuramente hanno fatto un grande investimento per il loro futuro”.

Rapiti dalla bellezza di un paesaggio che l'Unesco ha voluto celebrare con un importante riconoscimento internazionale, i giovani studenti sono tornati a casa con la consapevolezza che anche a loro è stato affidato il compito di preservare e valorizzare questa ricchezza, frutto dei sacrifici di chi, in passato, ha amato a tal punto queste colline da dedicare una vita intera a questo territorio.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Scuola di ristorazione “Dieffe” di Valdobbiadene).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport