Valdobbiadene, chiude dopo 35 anni il bar “Al centro”: Franco e Giulietta Santin vanno in pensione, attesa la festa del 3 luglio  

Un variopinto insieme di emozioni si sta diffondendo in questi giorni di fine giugno a San Pietro di Barbozza e non solo: un po’ di tristezza per una notizia annunciata, insieme a tanti messaggi benauguranti per la meritata pensione di due amici che hanno attraversato le vite di molti clienti.

La data è fissata, la difficile decisone ormai presa: domenica 30 giugno, all’ora di pranzo, chiuderà il bar “Al centro”, storico locale gestito da 35 anni dai coniugi Franco e Giulietta Santin.

Qdpnews.it è andato a incontrare i due baristi nel loro regno, la loro seconda casa – o, forse, è la prima? –, per raccogliere le emozioni di quest’ultima settimana e per rendere omaggio a un locale che, dal 9 giugno 1984, è custode della storia di una comunità.

Una vera osteria de ‘na olta, dove sacro e profano si mescolano in modo straordinario: la fede calcistica per il Napoli accompagnata a braccetto dal bollettino parrocchiale, gli stravaganti “putinòt” di Zoe e la finezza artistica di Mirella Sotgiu, le goliardiche zuffe durante le partite a carte e l’immancabile passaggio giornaliero del parroco don Romeo, le apprezzate serate culturali e la valorizzazione dei campioni sportivi locali tra sgargianti pareti blu e arancioni.

La nascita di questo locale è stata un’improvvisazione, incominciata nel 1984 – raccontano, con un po’ d’emozione, Franco e Giulietta - Venivamo entrambi dal lavoro dipendente e, quando ci è stata data la possibilità di rilevare quest’ambiente, abbiamo deciso di provare a fare i baristi, ovviamente senza nessuna esperienza. Ci siamo impegnati in questo lavoro dedicandoci anima e cuore, pensiamo di averlo fatto discretamente bene e per lungo tempo, anche perché lo scorso 9 giugno abbiamo festeggiato 35 anni”.

Bisognerebbe scrivere un libro sui personaggi che ci hanno fatto visita,  - -continuano - perché le frazioni sono piene di persone particolari: per fare solo alcuni esempi, Arduino, Enrico e Tonin. Persone che sono passate nelle nostre vite e nei nostri cuori, molte delle quali non ci sono più, che hanno lasciato un segno e che continuiamo a ricordare anche al giorno d’oggi. Ognuno di loro aveva qualcosa di particolare, come ogni nostro cliente ha le sue abitudini, che dopo tanti anni conosciamo a memoria”.

“Da luglio andremo in pensione e speriamo che tutto possa proseguire bene anche nei prossimi mesi, grazie di cuore a tutti i nostri clienti, che aspettiamo mercoledì 3 luglio alla nostra festa di saluto alla comunità”.

La storia di Giulietta e Franco Santin non si chiude qui, come le ultime pagine di un romanzo così emozionante da non volerlo concludere. È in quest’ottica proiettata al futuro che i due coniugi hanno già affidato il loro prezioso testimone a una nuova gestione, che, la prima settimana di agosto, riaprirà il locale in una veste completamente rinnovata.


(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport