Vignaioli indipendenti tra filiera e territorio: i Degustatori di Valdobbiadene a confronto con Matilde Poggi

Nuovo appuntamento all’insegna dell’approfondimento tematico per i Degustatori di Valdobbiadene, l’associazione che riunisce un gruppo di giovani e intraprendenti imprenditori vitivinicoli dell’area del Prosecco Superiore.

Lo scorso venerdì 30 novembre 2018, si è tenuto nella splendida cornice della locanda Da Lino a Solighetto l’incontro con Matilde Poggi, titolare dell’azienda agricola Le Fraghe di Cavaion Veronese e presidente della Federazione italiana vignaioli indipendenti (Fivi).

Fivi è nata dieci anni fa e riunisce 1.300 soci che si caratterizzano per svolgere tutti i passaggi produttivi dalla vigna alla bottiglia in prima persona, senza affidarsi a terzi e ad intermediari.

Accanto a Matilde Poggi è intervenuto anche Alberto Nadal, titolare dell’azienda agricola Nadal di Santa Lucia di Piave e presidente delle Fiere di Santa Lucia di Piave, che tra le tante manifestazioni in calendario ogni anno vanta su tutte la millenaria Fiera internazionale dell’agricoltura.

“La figura cardine di Fivi è il “vignaiolo indipendente”, quel vignaiolo che è anche il riferimento della nostra associazione - ha dichiarato il presidente Gianni Lucchetta, introducendo la serata - Una figura sempre pronta a confrontarsi con le altre realtà vinicole e a conoscere la cultura e l'arte del proprio territorio, con l'obiettivo di promuoverlo e salvaguardarlo”.

Molti gli spunti emersi durante il dibattito, nel quale Matilde Poggi ha raccontato le tante battaglie politiche condotte in questi dieci anni dalla Fivi per difendere il lavoro e la passione di chi ha scelto di puntare su prodotti di qualità e di nicchia, promuovendo il territorio e le sue specificità sotto tutti i punti di vista, non solo del vino.

Un messaggio condiviso anche dal presidente Nadal, che insieme a Poggi ha ribadito l’importanza di essere attivi nella propria comunità per promuovere e difendere il proprio patrimonio paesaggistico, perché l’unione fa la forza e consente di raggiungere quel peso specifico necessario per potersi confrontare efficacemente con le istituzioni.

Le conversazioni sono proseguite a cena, dopo la quale è stata consegnata al socio Massimo Canello della cantina Caneva da Nani di Guia un’opera fotografica realizzata da Arcangelo Piai, noto fotografo del territorio, come gratificazione al termine della degustazione tecnica di vini "Col Fondo" prodotti dagli associati.

Al momento istituzionale ne è seguito un altro all’insegna della solidarietà, con la consegna di una donazione alla comunità alloggio di Vidor “Casa Maria Adelaide da Sacco”, rappresentata in sala dal presidente Augusto Trinca.

A chiudere la serata il congedo del presidente Gianni Lucchetta dopo cinque anni di mandato, il quale ha ringraziato tutti i presenti e gli ospiti, gli artisti, gli chef e i collaboratori che in forma diversa hanno contribuito in questo lustro alle attività di approfondimento e confronto dei Degustatori di Valdobbiadene.

Nella foto da sinistra: Matilde Poggi, Arcangelo Piai, Massimo Canello, Gianni Lucchetta

(Fonte: Degustatori di Valdobbiadene).
(Foto: Riccardo Zanette).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport