Carnevale con gli animali in corsia, coccole e affetto ai pazienti dell'Unità Medicina seconda di Ca' Foncello

Originalissima festa di Carnevale con i quattro zampe sabato scorso nell’Unità Operativa Medicina Seconda del Ca’ Foncello. L’evento, organizzato dal gruppo di lavoro Iaa e Apr (Interventi assistiti con gli animali e attività di pet relationship), in collaborazione con l’associazione “Angeli con la coda” era rivolto a pazienti, familiari e personale sanitario. Nell’occasione l’associazione ha proposto attività di gioco, nelle quali i cani si sono divertiti ad eseguire un breve percorso di agility e momenti dedicati alle coccole, facendo entrare in relazione i presenti con gli amici a quattro zampe.  

Il Gruppo di Lavoro Iaa e Apr (Interventi assistiti con gli animali e attività di pet relationship) opera ormai da diversi anni all’interno dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Il principale obiettivo del Gruppo è “prendersi cura della persona” nella sua totalità e unicità, attraverso una lettura dei bisogni orientata a cogliere la parte più intima e personale del paziente e della sua famiglia, spostando l’attenzione e l’interesse verso la persona con il prezioso e insostituibile aiuto degli animali d’affezione. 

Grazie al progetto TeraPet, molti sono gli incontri organizzati tra i pazienti e i loro animali d’affezione all’interno dei reparti ospedalieri, anche nelle Terapie Intensive, considerate fino a pochi anni fa inaccessibili agli amici a quattro zampe. Incontri che hanno regalato emozioni uniche e indescrivibili. Il Gruppo di Lavoro ha dato vita, oltre che alla recente Festa di carnevale, a diverse iniziative nei mesi scorsi.

I veri protagonisti della festa sono stati sei simpatici cagnolini vestiti per l’occasione con cappottini rossi e bianchi, accompagnati dai loro conduttori e dall’educatore cinofilo, presidente dell’associazione Antonio Scalise. I cani si sono dimostrati molto socievoli, equilibrati e hanno riscaldato l’ambiente ospedaliero con il loro immenso affetto, regalando coccole ai pazienti e a tutte le persone presenti.

A rendere possibili queste iniziative un team costituito da persone esperte, aventi competenze specifiche nell’ambito degli Iaa, tra le quali, la dottoressa Giovanna Donà, Medico Veterinario dell’Ulss 2 che si occupa della valutazione del benessere animale e di garantire l’idoneità clinico-sanitaria degli stessi. Teniamo a ricordare che l’Ospedale Ca’ Foncello, grazie al lavoro di questa stessa equipe, ha predisposto da anni un protocollo aziendale che regola l’ingresso degli animali d’affezione.

(Fonte: Ufficio Stampa Ulss 2).
(Foto: Ufficio Stampa Ulss 2).
#Qdpnews.it


0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport