Progetto amici, in dieci anni aiutate 70 mila famiglie con sconti in bolletta: presentata a Treviso la nuova campagna

Dieci anni di solidarietà concreta a sostegno del territorio. Si è tenuta quest’oggi a Treviso, nella sala verde di Palazzo Rinaldi, la presentazione (nella foto)  della nuova campagna del Progetto Amici, che vede Ascotrade e i sindacati uniti in un’iniziativa unica in Italia a sostegno delle famiglia in difficoltà.

Il progetto prevede uno sconto del 18% in bolletta per tutti i clienti domestici con contratto attivo nel mercato libero e con reddito Isee fino a 18 mila euro. Ammonta a circa 200 euro l’anno il risparmio medio per famiglia e Ascotrade garantisce lo sconto fino al raggiungimento del tetto massimo di 1 milione e 200 mila euro.

Dopo i saluti di rito del sindaco di casa Mario Conte, che ha definito l’iniziativa “straordinaria”, la paraola è passata a Stefano Busolin, presidente di Ascotrade, la società per la fornitura del gas naturale e dell’energia elettrica del Gruppo Ascopiave.

“E’ importante per noi distinguerci come società del territorio da tutte le altre – ha dichiarato Busolin – Il nostro obiettivo è sì fare utili, ma subito dopo pensiamo a come diffondere una parte della ricchezza che produciamo. Amici è unico in Italia e dimostra la grande attenzione che poniamo alla nostra comunità. Dalla prossima settimana partirà la campagna pubblicitaria, ma confidiamo nell’aiuto di tutti per farlo conoscere il più possibile”.

L’appuntamento di oggi è stata anche l’occasione per tirare le somme dopo i primi dieci anni di questo impegno sociale, con riscontri positivi da parte di tutti gli attori coinvolti.


Treviso Ascotrade Amici 1Nella foto, da sinistra: Bonan, Busolin, Conte, Visentin, Pisana e Citron

“Non si tratta di un accordo che viene rinnovato automaticamente ogni anno, ma di un progetto che è stato sottoposto di volta in volta a verifica per confrontarsi sulla sua sostenibilità e la possibilità di migliorarlo – ha sottolineato Cinzia Bonan, segretario generale della Cisl Belluno Treviso – Non si tratta di assistenzialismo, ma di un supporto nel momento del bisogno. Le famiglie aiutate non sono state sempre le stesse e ciò dimostra che si tratta di uno strumento sano, del quale siamo orgogliosi”.

Nel 2017, infatti, sono state circa 12 mila le famiglie che hanno potuto contare sullo sconto, ma nell’arco di dieci anni sono state ben 70 mila, con un impegno economico da parte di Ascotrade di oltre 7 milioni di euro e 64 milioni di metri cubi di gas scontati.

Come affermato da Mauro Visentin della Fillea Cgil: “Si tratta di una buona idea che speriamo faccia storia e scuola, in modo da essere esportata anche altrove. Dimostra come è possibile utilizzare la ricchezza prodotta nel territorio per garantire un servizio importante per le fasce più deboli e questo rientra nei compiti del sindacato e di tutta la società”.

“Quando un'impresa che fa utili intraprende un’iniziativa come questa, in maniera strutturata e continua, allora effettivamente stiamo parlando di responsabilità sociale – è stata la riflessione di Guglielmo Pisana, responsabile della Uil Belluno Treviso – Il sindacato è attento a tutta la società, non solo al lavoratore e al pensionato, ed è importante aiutare le famiglie ad arrivare a fine mese”.

A concludere gli interventi Andrea Citron, segretario alla presidenza di Acli Treviso, che ha posto l’accento su come “anche in un periodo difficile come questo, i benefici del Progetto Amici sono immediati. Si tratta di un servizio che comporta dei costi in termini di tempo e di spazio, ma siamo contenti di portarlo avanti per l’aiuto che dà alle famiglie del nostro territorio. L’unica pecca è che purtroppo si tratta di un’iniziativa più unica che rara e molte altre società potrebbero proporla”.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata e Ascotrade).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport