Treviso, al vice questore Graziano Perria l'Investigation & Forensic Award per la brillante carriera

Il giorno 28 novembre, Stop Secret Magazine, periodico online di informazione sul mondo delle investigazioni, ha assegnato un premio (nelle foto la cerimonia di consegna)  speciale alla carriera al vice questore aggiunto della Polizia di Stato Graziano Perria, dirigente della divisione anticrimine della Questura di Treviso.

L’Investigation & Forensic Award è un premio, giunto alla seconda edizione, che viene assegnato alle eccellenze italiane del mondo delle investigazioni e del mondo forense.

Graziano Perria nella sua lunga carriera ha conseguito numerosi successi investigativi ed è stato apprezzato anche all’estero. Nel suo curriculum, brillano due importanti operazioni: la cattura del noto terrorista giordano Al Molky, responsabile dell’omicidio del cittadino americano Leon Klinghoffer in occasione del sequestro della motonave “Achille Lauro” e l’eclatante arresto del cosiddetto “pescatore di tritolo”, Cosimo D’Amato, cioè colui che consegnò più di una tonnellata di tritolo a Cosa Nostra per gli attentati di Capaci e di via D’Amelio, ma anche per approntare le cariche esplosive poi collocate nelle auto deflagrate a Roma, Firenze e Milano.


Treviso Graziano Perria premio

Altre operazioni di Polizia giudiziaria, condotte e risolte nell’ambito dell’antiterrorismo, dell’antimafia e dell’antidroga, sono valse al vice questore Perria l’assegnazione del prestigiosissimo premio internazionale nell’ottobre del 2013: il “Joe Petrosino”, consegnatogli a New York nel Palazzo delle Nazioni Unite.

Il dottor Perria è infatti l’unico poliziotto italiano in servizio ad aver ricevuto questo importante riconoscimento e l’Investigation & Forensic Awards rappresenta una ulteriore meritata conferma alla sua brillante carriera spesa al servizio dello Stato e del cittadino.

(Fonte e foto: Questura di Treviso).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern