Nicola Atalmi (Cgil Treviso) al vertice del Cocopro Inail: importante promuovere la prevenzione

Rinnovato giovedì 22 novembre il comitato consultivo provinciale "Cocopro" all’Inail, che sarà presieduto per i prossimi quattro anni da Nicola Atalmi (nella foto)  della Cgil di Treviso: "Monitorare i nuovi fenomeni, agire in modo coordinato, promuovere una cultura della prevenzione sul territorio per abbattere il numero degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, nonché ovviamente delle morti bianche".

Il Cocopro raggruppa dieci rappresentanti dei lavoratori, sei delle parti datoriali e un rappresentante degli artigiani, oltre al direttore dell’Inail, a un funzionario del ministero del Lavoro, al medico designato dalla Regione Veneto e a un rappresentante dell’Associazione mutilati e invalidi del lavoro.

Tra i suoi compiti quello di formulare pareri e proposte per un più efficace svolgimento dei servizi dell’Istituto in ambito provinciale, disciplinare i rapporti tra Inail e strutture del Servizio Sanitario Nazionale relativamente alla fornitura di dati a fini previdenziali e di monitoraggio sul territorio, con particolare riguardo alle politiche sanitarie a livello locale per le prime cure e i presidi aziendali, allo sviluppo dei rapporti di collaborazione con le Università, al servizio di tipo riabilitativo e di reinserimento sociale, così come alla tutela del lavoratore e al recupero dell’integrità psico-fisica nel quadro dei livelli assistenziali. Mira, dunque, al potenziamento dei presidi di salute e igiene. Ma non solo, collabora con gli enti preposti in tema di lotta all’evasione e all’elusione contributiva e agisce in materia di premi assicurativi e di applicazione della tariffa.

"Credo sia oltremodo importante oggi, in un territorio che veste la maglia nera per morti e infortuni sul lavoro, promuovere, in maniera coordinata con gli altri soggetti della provincia, iniziative e programmi per lo sviluppo della cultura della prevenzione e il potenziamento delle attività di informazione, di consulenza e di assistenza dell’Inail – afferma Nicola Atalmi – Azioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro che partano da un puntuale monitoraggio dell’andamento degli infortuni e delle malattie professionali a disposizione dell’Istituto. In particolare sarà bene dare attenzione ai giovani lavoratori, per la maggior parte precari, e ai lavoratori in età avanzata, sempre più colpiti da malattie professionali e stretti dalla morsa della legge Fornero".

La vice presidenza è stata assegnata alla dottoressa Marina Spiazzi di Assindustria Veneto Centro.

(Fonte: Cgil Treviso).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport