Consegnate ieri a Treviso le onorificenze del Coni: premiati 69 atleti della provincia

Si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 21 novembre, nell’auditorium della Provincia di Treviso (nella foto), la cerimonia di consegna delle onorificenze sportive del Coni ai 69 atleti trevigiani segnalati e premiati per i meriti sportivi, ovvero il conseguimento di titoli italiani assoluti o piazzamenti da podio a livello internazionale.

La cerimonia, alla quale hanno presenziato varie autorità, ha visto subito i saluti di Giovanni Ottoni, delegato provinciale Coni, che ha voluto contestualmente ricordare anche due personalità sportive recentemente scomparse: “In questa giornata particolare celebriamo lo sport trevigiano con il riconoscimento delle prestazione dei suoi campioni e per questo vuole essere inoltre un cerimonia dal doppio valore, perché oggi premiamo anche i giovani atleti. A questo proposito – conclude Ottoni - credo sia doveroso il ricordo di due persone in particolare: Sara Anzanello, pallavolista medaglia d’oro alle olimpiadi del 2004, e Gilberto Benetton, che ha saputo creare un’impiantistica adeguata e invidiata come La Ghirada e, nonostante il ritiro dalle massime serie, continuare a livello giovanile. Dal Coni non posso che dire grazie di cuore per quello che avete fatto”.

Secondo intervento quello del neo consigliere delegato allo sport della provincia Mauro Fael: “È una delle mie prime uscite ma è molto importante. La Provincia è fortunata per lo sport, mette in campo il volontariato, i giovani e gli adulti e ci tiene ad essere presente. Lo sport è importantissimo per la crescita: determinazione e impegno servono sia in caso di vittoria che in caso di sconfitta, ci rendono migliori nel domani e nella vita”.

“Voi siete al lavoro tutti i giorni – commenta Silvia Nizzetto, assessore allo sport della Città di Treviso – tutto è dato dal sacrificio e questa è l’omaggio del territorio per voi e la restituzione da parte delle amministrazioni che si impegnano sempre per offrire un servizio ed accompagnare gli atleti perché i valori dello sport sono fondanti anche nella società, in particolare per quanto riguarda l’onestà”.

“È un periodo molto intenso – esordisce Gianfranco Bardelle, presidente del Coni Veneto – abbiamo sette provincie tutte impegnate nello sport. Dopo settant’anni viene messo in discussione il Coni, che conta 2 milioni di volontari di cui ben 160 mila nella nostra regione. Il Coni c’è sempre stato fra gli sport più importanti nelle classifiche, perché lo sport stesso ha dato tanto all’Italia”.

“Il Veneto, dietro alla Lombardia e al Lazio dove però ci sono le squadre dei corpi d’arma, è la regione con più movimento sportivo, e tutte le discipline sono importanti perché tolgono dai disagi della società, come la droga. Perciò non c’è bandiera nello sport all’infuori di quella con i cinque cerchi e quella italiana. L’Italia sportiva esiste, non è un palliativo, è viva. I miei sono i sentimenti dello sport futuro”.

Per la categoria "giovani atleti" premiati: Camilla Alessio (ciclismo – campionessa italiana su strada); Elena Ammirati (Tiro a segno – campionessa italiana carabina 10 metri in appoggio); Alessio Battista (golf – campione italiano u14); Elisa Bazzicchetto (tiro con l’arco – campionessa italiana e europea); Camilla Beggiato (pattinaggio – campionessa italiana 300 metri sprint, americana pista e strada); Emma Cagnin (pallavolo – campionessa europea u16); Beatrice Cagnin (scherma – campionessa europea spada femminile a squadre); Ilaria Carrer (pattinaggio - campionessa italiana 300 metri sprint e americana pista); Lorenzo Cortesia (pallavolo – campione italiano u20, argento europeo u19); Alessio Gerardin (nuoto – campione italiana juniores 200 delfino vasca 50 metri); Michele Girardi (karate – campione italiano 61 chilogrammi); Mattia Gobbo (break dance – campione italiano u12), Vlademir Milosevic (ciclismo – campione italiano su strada); Davide Paolì (pattinaggio – campione italiano, bronzo europeo 100 metri corsa strada, argento europeo 500 metri sprint strada); Alberto Pol (pallavolo - campione europeo u17); Mattia Prosdocimo (judo – campione italiano e europeo categoria cadetti); Paolo Santoro (scherma – campione italiano u14 spada); Giulia Serena (pattinaggio - campionessa italiana americana strada e americana pista); Tobia Svaldi (nuoto – campione italiano categoria ragazzi 200 rana vasca 25 metri); Marika Tovo (ciclismo – campionessa italiana junior femminile); Mia Zamperetti (equitazione – campionessa italiana dressage pony tecnico assoluto e freestyle); Giandomenico Zanatta (pallavolo – campione italiano u20).

La Medaglia al valore atletico è stata consegnata a: Alexandra Ana Maria Agiurgiuculese (ginnastica ritmica – campionessa italiana ginnastica ritmica-palla); Simone Alberti (moto d’acqua – sesto classificato mondiale moto d’acqua ski division Gp3); Davide Barbon (nuoto pinnato – campione italiano nuoto pinnato staffetta 4x200); Elvis Borsoi (rally – campione italiano cross country rally); Renato Bortolon (bowling – campione italiano tris); Erminio Vettoretti (bowling – campione italiano tris); Franco Zambon (bowling – campione italiano tris), gli atleti della Taf Vazzola Dario Bonotto, Valentino BravinPaolo Da DaltBernardo GiuliFilippo MiottoSebastiano PapaMattia SansonNicola SomeraLuca VidalliDaniele ZanardoThomas ZanchettinBeatrice Callegari (nuoto – quarta classificata mondiale nuoto sincronizzato libero combinato), Enrico Cester (pallavolo – campione italiano), Eleonora De Marchi (scherma – campionessa italiana spada femminile a squadre), Melissa Donà (pallavolo – campionessa italiana), Bianca Maria Fabrizio (golf – seconda classificata europeo dilettanti a squadre), Tasa Torbica (golf – seconda classificata europeo dilettanti a squadre), Mauro Fraresso (atletica leggera – campione italiano lancio del giavellotto), Jacopo Zanatta (atletica leggera – campione italiano decathlon).

Stesso riconoscimento anche per gli atleti della Asd Pallamano Oderzo Davide GioloAlex MarcuzzoNicolò MazzariolAndrea PaladinMatteo PaladinLukas PikalekRiccardo Pivetta; per Gianluca Milani (ciclismo – campione italiano corsa su strada elite), Eugenio Orlando (pesistica – campionessa italiana distensione su panca 69 chilogrammi), Margherita Panziera (nuoto – campionessa italiana 200 metri dorso), Pierfrancesco Pasini (tiro dinamico sportivo – campione italiano shotgun standard manual), Alessandra Patelli (canottaggio – campionessa italiana doppio canoino), Sabrina Perletti (dama – campionessa italiana dama internazionale individuale), Vincenzo Pollon (paracadutismo – campione italiano paracadutismo-formazione a paracadute aperto a due componenti), Alessio Scaggiante (dama – campione italiano dama a squadre), Fabio Semenzato (rugby – campione italiano), Elena Torcellan (ginnastica – campionessa italiana ginnastica aerobica-trio).

All'istituto comprensivo di Preganziol il premio "Campioni di fair play" e infine, a Toni Zanarise, giornalista sportivo, la menzione speciale.

(Fonte: Thomas Zanchettin © Qdpnews.it).
(Foto: Elisa Soligon).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport