Domani il funerale dell'avvocato Vittorino Pavan, fu sindaco di Treviso e presidente dell'ospedale

Lutto a Treviso per la perdita di una delle figure più in vista tra gli amministratori locali della seconda metà del secolo scorso. E' morto lo scorso venerdì 2 novembre 2018, all'età di 94 anni, l'avvocato Vittorino Pavan (nella foto),  già sindaco della città capoluogo di Provincia tra il 1988 e il 1992.

Unanime il cordoglio per la sua scomparsa giunto dall'amministrazione comunale trevigiana, ma anche dall'azienda sanitaria Ulss 2 alla quale da sempre Pavan è stato legato grazie ai diversi incarichi ricoperti per l'ospedale di Treviso.

Consigliere d’amministrazione già dal 1957, l'avvocato Pavan era stato eletto alla presidenza dell’Ospedale nel 1965, restando in carica fino al 1977 per poi tornare alla guida dell’ente dal 1980 al 1990 come presidente dell’allora Ulss 10.

Domani mattina, martedì 6 novembre 2018 a partire dalle 8.30, la salma di Vittorino Pavan sarà esposta nella chiesa dell’obitorio dell’ospedale Ca’ Foncello, dove potranno accedere amici, colleghi e cittadini. La camera ardente rimarrà aperta fino al trasferimento del feretro nel tempio monumentale di San Nicolò, dove alle ore 10 sarà celebrato il funerale.

Un segno di omaggio a una figura storica della sanità trevigiana, a cui è legato in particolare lo sviluppo ed il progresso dell'ospedale.

Al cordoglio per la morte dell'avvocato Pavan si è aggiunto anche il sindacato territoriale della Cisl Belluno Treviso.

“E’ stata una figura di grande riferimento per la città di Treviso - ha affermato il segretario generale Cinzia Bonan - il nostro ricordo si sofferma sul suo contribuito, da giovane avvocato negli anni Cinquanta, per migliorare le condizioni di tanti lavoratori mezzadri che ricercavano un riscatto, offrendo supporto alla Cisl nella risoluzione delle vertenze della mezzadria".

"Anni dopo, quand’era presidente della Ulss - prosegue il segretario Bonan - il sindacato l’ha ritrovato come controparte, e con la categoria della funzione pubblica si è confrontato attivamente contribuendo al riconoscimento professionale del personale sanitario. Il suo impegno profuso verso le persone in difficoltà e la sua lealtà rimarranno per sempre nei nostri ricordi”.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Centro onoranze funebri).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern