Ecco il nuovo consiglio provinciale di Treviso: tra gli eletti anche amministratori di Conegliano e Vidor

Con la proclamazione degli eletti, ieri, si è concluso il procedimento elettorale per il rinnovo del consiglio provinciale.

Secondo le disposizioni della legge Delrio, il consiglio provinciale è eletto con sistema di secondo grado: votano perciò i sindaci e i consiglieri comunali in carica. Tenuto conto che il Comune di Ponte di Piave risulta commissariato, e pertanto non ha rappresentanti eletti a comporre il corpo elettorale, il numero degli aventi diritto al voto era di 1.337 elettori.

Alle ore 23 di mercoledì 31 ottobre, a chiusura delle operazioni, hanno votato 895 elettori pari al 66,94% degli aventi diritto. 
Ultimato lo scrutinio, alle ore 1.15, il responsabile dell’ufficio elettorale, in seduta pubblica, ha proceduto alla proclamazione degli eletti (nella foto).

Alla lista "Marcon Presidente" (48.115,669 voti ponderati) sono stati attribuiti 11 consiglieri: Emanuele Crosato, consigliere del Comune di Cessalto; Claudio Bergamin, consigliere del Comune di Castelfranco Veneto; Leopoldino Miorin, consigliere del Comune di Conegliano; Marianella Tormena, sindaco del Comune di Crocetta del Montello; Alessandro Righi, sindaco del Comune di Motta di Livenza; Stefania Sartori, consigliere del Comune di Quinto di Treviso; Andrea Cogo, consigliere del Comune di Silea; Giancarlo Da Tos, consigliere del Comune di Treviso; Albino Cordiali, sindaco del Comune di Vidor; Silvano Marchiori, sindaco del Comune di Loria; e Mauro Fael, consigliere del Comune di Cordignano.

Alla lista "Amministratori di Marca" (22.984,056 voti ponderati), invece, sono stati assegnati 5 consiglieri: Martina Cancian, consigliere del Comune di San Biagio di Callalta; Sebastiano Sartoretto, consigliere del Comune di Castelfranco Veneto; Maria Tocchetto, consigliere del Comune di Treviso; Alessandro Bortoluzzi, consigliere del Comune di Conegliano; e Miriam Poloni, consigliere del Comune di Casier.

“Colgo l’occasione per fare un plauso ai consiglieri riconfermati e ai neo eletti – ha dichiarato il presidente Stefano Marcon - Sarà mia cura provvedere a breve alla convocazione del nuovo Ccnsiglio, con la certezza di poter collaborare con lo stesso spirito costruttivo che ha caratterizzato il primo biennio del mio mandato, con l’auspicio che finalmente possa essere ripristinata la piena autonomia organizzativa e finanziaria della Provincia, nel rispetto della Costituzione, per poter erogare al meglio i servizi ai cittadini, garantendo in primo luogo la sicurezza di strade e scuole".

"Auspico – ha concluso il Marcon – che non si debbano sempre attendere le avversità atmosferiche e le gravi criticità sul territorio, come negli ultimi giorni, per ricordare a tutti, come facciamo ormai da anni, quando sia indispensabile la costante manutenzione delle infrastrutture. Sono certo che riusciremo ad essere uniti, in questa nostra azione, con l’intero nuovo consiglio provinciale".

(Fonte e foto: Provincia di Treviso).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport