Nogarolo, il paese dove i bambini giocano ancora per strada: un cartello avvisa gli automobilisti

C’era un tempo in cui i bambini giocavano per strada, e per divertirsi bastava loro un’altalena, un pallone, un semplice elastico e tanta fantasia.

L’assenza di smartphone, tv e playstation, favoriva la socializzazione, l’inventiva e la spensieratezza degli anni dell’infanzia e della prima adolescenza.

Nogarolo è un piccolo borgo di un centinaio di anime, frazione di Tarzo, dove i vecchi edifici, i portici e le fontane la fanno ancora da padrone e dove le persone vivono talmente bene da averci messo un cartello con scritto: “Attenzione rallentare - in questo paese i bambini giocano ancora per strada”.

tarzo paese bambini 1

Più che un cartello è un piccolo quadretto bello da vedere, con immagini di altalene, palloni, biciclette bimbi che giocano, un bel sole e una grande casa, che mette allegria e voglia di fermarsi per una sosta godendo della tranquillità e della bellezza del borgo.

L’invito a rallentare rivolto agli utenti della strada, in questo caso, suona più come un messaggio sullo stile di vita di un paesino che è a misura di bambino, ma come è nata l’idea? Siamo andati a chiederlo al sindaco di Tarzo Vincenzo Sacchet: “L’idea ci è stata suggerita dagli abitanti del borgo, che avevano notato cartelli analoghi in altri luoghi in giro per l’Italia, e visto che effettivamente a Nogarolo i bambini hanno mantenuto la sana tradizione di un tempo del ritrovarsi per giocare in compagnia, la proposta ci è parsa condivisibile”.

Sacchet poi specifica che non si tratta di un cartello conforme al codice della strada, è stato realizzato sia per richiamare gli automobilisti alla prudenza ma anche e soprattutto per lanciare un messaggio positivo improntato alla genuinità e alla semplicità.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.