Tarzo, lavori non autorizzati per l'impianto di nuove barbatelle: sospesi dalle autorità competenti

La biodiversità delle colline patrimonio Unesco ha subito un duro attacco nel Comune di Tarzo. 

I carabinieri forestali in accordo con l'ufficio tecnico del Comune hanno scoperto lavori non autorizzati per impiantare barbatelle di glera.

Tutto è partito da alcuni controlli di routine nel periodo a cavallo di luglio e agosto, che avevano evidenziato movimenti di terra e disboscamenti nella zona compresa tra Arfanta, Prapian e Costa di La'. Così sono partiti dei sopralluoghi mirati dei carabinieri forestali e dei tecnici comunali, che hanno portato alla sospensione dei lavori con rilievi a carico di alcune aziende agricole della zona. 

Il sindaco Vincenzo Sacchet, interpellato sulla vicenda, ha commentato così: "Volevo ringraziare i carabinieri forestali e l'ufficio tecnico del Comune per l'ottimo lavoro svolto. Abbiamo sempre vigilato e continueremo a farlo nel rispetto delle regole. La biodiversità è un patrimonio che va protetto, ed è parte integrante del territorio Unesco".

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

// Storie di Sport