Giovani e internet, i Comuni della Vallata fanno squadra: lunedì a Tarzo un incontro per i genitori

I Comuni della Vallata fanno squadra per insegnare ai ragazzi e alle loro famiglie il responsabile utilizzo del web. Un impegno, quello delle amministrazioni comunali Cison di Valmarino, Miane, Revine Lago e Tarzo, che in questi giorni ha coinvolto in primis gli alunni di prima media dell'istituto comprensivo di Follina e Tarzo, attraverso alcune lezioni in classe sul tema, e che lunedì 13 maggio, alle ore 20.30, si rivolgerà ai genitori, con un incontro in programma nell'auditorium "Banca Prealpi" di via La Corona, a Tarzo.

L'accesso al web, per svago o per lavoro, è oggi alla portata di tutti e, nonostante sia un utile strumento, necessita di un uso consapevole che protegga, specie gli adolescenti, da rischi e nuove dipendenze. "Spesso i giovani utilizzano internet in assenza dei propri genitori, esponendosi a potenziali pericoli - osserva il sindaco di Tarzo, Vincenzo Sacchet - Durante gli incontri in classe è stato spiegati agli alunni che il web è un mezzo dalle grandi potenzialità, ma che può presentare alcuni risvolti negativi".

Lunedì sera, invece, l'attenzione sarà rivolta alle famiglie, soggetti fondamentali nell'accompagnamento delle nuove generazioni ad una navigazione in rete responsabile. "Con l'appuntamento in auditorium vogliamo mettere gli adulti in condizione di controllare l'utilizzo del web da parte dei propri figli, spiegandogli le buone pratiche da osservare. Si tratta di una tematica importante, i recenti episodi di cronaca lo testimoniano, che fino ad una decina di anni fa non esisteva - osserva il primo cittadino - Spesso, purtroppo, dietro ad una nuova amicizia su Facebook o ad un contatto su Whatsapp possono celarsi pericoli".

L'incontro di lunedì, dedicato a genitori ed educatori, sarà ad ingresso libero. Interverranno nel corso della serata Gianbruno Panizzutti, consulente tecnico per la sicurezza informatica Ctu per il Tribunale di Treviso, e Sara Monte, psicologa clinica, psicoterapeuta e mediatrice famigliare.

(Fonte: Mattia Vettoretti © Qdpnews.it).
(Foto: Freepik).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport