Tarzo azzera la Tasi, ma aumenta l'Imu. Bof: procedura per semplificare il pagamento

Il Comune di Tarzo elimina la Tasi, ma aumenta l'Imu. Una decisione che si spiega con la volontà della giunta di semplificare, sia per gli uffici di via Roma che per i cittadini in primis, la procedura di pagamento: le due imposte verranno "fuse" ed i contribuenti si troveranno a saldare solamente l'Imu, portata ad 8,6 per mille, mentre la Tasi verrà azzerata. La percentuale d'imposta, quindi, a scanso di equivoci, rimarrà invariata allineandosi all'aliquota base.

"I contribuenti assoggettati al pagamento dell'Imu e della Tasi sono gli stessi, così come il sistema di calcolo - chiarisce l'assessore al bilancio Gianangelo Bof - Ovviamente avere due imposte significava mantenere due sistemi di contribuzione, due bollettini da pagare e due aliquote sulle quali eseguire gli accertamenti: operare una riduzione delle aliquote diventava difficile quest'anno, ci proveremo il prossimo".

Da qui la decisione quanto meno di semplificare la vita al contribuente stesso e agli uffici comunali. "Prima la Tasi ammontava all'uno per mille, mentre l'Imu al 7,6. Così facendo la prima viene eliminata, mentre la seconda passa ad 8,6. I cittadini si troveranno un unico bollettino da pagare, ovvero quello dell'Imu", chiude Bof.

(Fonte: Mattia Vettoretti © Qdpnews.it).
(Foto: pxhere.com).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport