Tarzo, fatturato 2018 a 55 milioni per la Irinox: quota export vicina al 50%

Ha chiuso l'esercizio 2018 con un fatturato consolidato di 55 milioni di euro e una quota di export vicina al 50 percento la Irinox, azienda con sede a Corbanese di Tarzo che progetta e realizza abbattitori di temperatura per impianti professionali.

L'aumento dei ricavi è stato del 2 percento rispetto al 2017. I principali mercati di vendita sono Usa, Germania, Francia e Spagna, con ambiti di espansione in Far East e Australia. "Nei piani di sviluppo c'è il progetto di portare il "4.0" nell'industria del food, con "FreshCloud", spiega l'ad Katia Da Ros, una linea dedicata per connettere in tempo reale il cliente con il produttore e, soprattutto, con le macchine impiegate in una struttura di cooking complessa".

"Il nostro valore aggiunto - dice Da Ros - è fornire, oltre allo strumento, tutte le consulenze per permettere all'utilizzatore di sfruttarlo al meglio". E' questo il canale che, più di altri, consente di reggere la competizione internazionale, mantenendo la produzione nei tre stabilimenti nel trevigiano, dove operano 310 addetti.

(Fonte: Ansa).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport