Addio all'alpino Cesare Casagrande, ultimo reduce di guerra di Tarzo e penultimo della sezione di Vittorio

Si è spento serenamente ieri, all'età di 98 anni, Cesare "Puro"  Casagrande (nella foto),  ultimo reduce di guerra iscritto al gruppo alpini di Tarzo e penultimo di tutta la sezione Ana di Vittorio Veneto. Da una decina d'anni era ospite nella residenza istituto "Padre Pio" di via Bellavista.

Dopo il rientro dalla campagna di Russia, terminato il conflitto, Casagrande si è sempre dedicato al lavoro. Agricoltore, possedeva alcuni appezzamenti in paese, in località Castellich, che ha sempre lavorato con passione. Insieme al fratello Mario aveva fondato anche una piccola azienda.

Ma è nei valori alpini che Puro  ha sempre saputo distinguersi. Finché il fisico glielo ha permesso, Casagrande non ha mai perso un'adunata. Socio attivo, un tempo partecipava sempre alle attività del gruppo. Un impegno divenuto impossibile con l'avanzare dell'età, ma che il gruppo non ha mai dimenticato. "Era una persona buona, ha sempre ha dato una mano come poteva", ricorda Michele Zuanella, attuale capogruppo delle penne nere di Tarzo.

"Lo conocevo bene, era una persona amabilissima e riservata. Ha sempre condotto una vita solitaria, non è mai stato sposato e non aveva figli - ricorda il presidente della sezione Ana di Vittorio Veneto, Francesco Introvigne - Si è sempre reso disponibile per la comunità e per la parrocchia, raccogliendo l'elemosina in chiesa e portando la croce nei cortei funebri. Era una persona mite, non l'ho mai sentito alzare i toni. Un uomo di pace e discreto, che proprio per questo va ricordato".

Ad unirsi al cordoglio anche il sindaco di Tarzo, Vincenzo Sacchet: "Oltre a perdere un cittadino, che è sempre un dispiacere, perdiamo anche un valore e un pezzo di storia locale, una persona che ha dato tanto non solo alla nostra comunità, ma a tutto il Paese - commenta - Nella sua pacatezza era una persona generosa, taciturna ma che a suo modo è sempre stata presente nella vita comunitaria".

A piangere Cesare, il fratello Mario e la sorella Assunta, i nipoti, i pronipoti e tutti i parenti. Il funerale si terrà domani, venerdì 1 febbraio, alle ore 15, nella chiesa parrocchiale di Tarzo. Il rosario, invece, verrà recitato questa sera, giovedì 31 gennaio, alle ore 20. Alle esequie non mancherà il Vessillo Sezionale, accompagnato dai 19 Gagliardetti della sezione di Vittorio Veneto. La famiglia ringrazia sentitamente quanti parteciperanno, senza dimenticare i medici ed il personale dell'istituto "Padre Pio" per le amorevoli cure prestate a Cesare.

(Fonte: Mattia Vettoretti © Qdpnews.it).
(Foto: onoranze funebri Faraon).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport