Tarzo, presentate ieri sera le attività 2019 dell'associazione di mutuo soccorso NoiXNoi (video e gallery)

Quando si parla delle società di mutuo soccorso, il pensiero ci porta indietro nel tempo, allo sviluppo industriale della metà dell’Ottocento o addirittura alle corporazioni delle arti e mestieri fiorite nel 12esimo secolo.

Nate come tutela dei mercanti e degli artigiani prima, e degli operai poi, dinnanzi a malattie e disfunzioni fisiche, il mutualismo si estendeva anche ai parenti delle vittime.

L’istituzionalizzazione delle stesse avvenne nella metà dell’Ottocento tramite autorizzazione papale.

In epoca fascista furono sciolte, per rinascere negli anni cinquanta dello scorso secolo per proiettarsi soprattutto verso l’assistenza sanitaria.

A Tarzo esiste una società di mutuo soccorso, si chiama NoiXNoi e, come spiegato dal presidente Flavio Salvador, funziona molto bene tanto da poter annoverare ben 4300 soci.

Ieri sera all’auditorium Prealpi, gli stessi si sono ritrovati per conoscere le attività in programma per l’anno 2019 e il nuovo numero di "In Itinere", la rivista dedicata a loro.

NoiXNoi è un’associazione di mutuo soccorso per l’assistenza sanitaria integrativa e altri servizi, nata nel 2007 su iniziativa della Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi di Tarzo.

Opera nel rispetto dei principi e del metodo del mutuo soccorso, senza finalità speculative e di lucro, a favore dei soci e dei loro famigliari con specifica attenzione al settore sanitario, educativo e ricreativo. E il programma delle attività 2019 non poteva non andare in questo senso.

È lo stesso presidente Salvador a dare alcuni dati relativi al 2018, con ben 700 screening, 1500 visite sanitarie effettuate e con 500 buoni scuola distribuiti. Anche quest’anno la società propone ben 8 tipologie di visite mediche ai soci, compreso un pacchetto completo di analisi.

Nel corso della serata è stata presentata anche la parte “ricreativa” sotto forma di viaggi proposti ai soci, con mete amene che vanno dai Paesi Baschi a Praga, alla Grecia, ai Fiordi norvegesi, senza dimenticare le italianissime Matera e Piemonte.

Alla serata era presente anche il presidente del consorzio Comipa (Consorzio tra Mutue Italiane di Previdenza e Assistenza), Donato Pomaro, che ha voluto portare l’abbraccio di tutti i 70mila soci del consorzio da lui presieduto agli amici di Tarzo.

Visualizza le altre foto

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport