Susegana, ArcheoSusegana aiuta il recupero dei Serrai di Sottoguda grazie a un assegno di 1500 euro

Trasferta a Bolzano per ArcheoSusegana che lo scorso mercoledì 27 novembre 2019, alla conferenza sulle “Dolomiti Patrimonio dell’Umanità” promossa dal Cai bolzanino, ha donato un assegno da 1500 euro per il recupero dei Serrai di Sottoguda colpiti dalla tempesta Vaia.

La delegazione suseganese, con il presidente Antonio Menegon, ha consegnato a Marcella Morandini, direttrice della fondazione “Dolomiti Unesco”, l’assegno di 1500 euro frutto delle donazioni liberali raccolte in cambio del volume “Rinascite” che i fotografi dell’associazione suseganese hanno pubblicato con l’editore De Bastiani.

Il libro, di 160 pagine, raccoglie le immagini in bianco e nero dei danni causati all’ambiente alpino dalla tempesta Vaia di un anno fa e presenta, questa volta a colori, testi e foto delle “rinascite” di quell’ambiente grazie all’opera dell’uomo e della natura.

FOTO SUSEGANA

ArcheoSusegana ha per prima cosa aderito alla filiera Pefc, che ha lo scopo di valorizzare il legname schiantato a causa di Vaia, e successivamente ha individuato nel progetto #SOSerrai della fondazione “Dolomiti Unesco” il soggetto beneficiario del lavoro dei soci dell’ArcheoSusegana Photogroup, che hanno realizzato il libro “Rinascite”.

Sull’argomento ArcheoSusegana ha costruito anche una mostra di 20 pannelli che è stata esposta nella recente edizione della manifestazione “Libri in Cantina” a Susegana, nel castello di San Salvatore e che è disponibile anche per altre esposizioni.

Grande soddisfazione dei soci di ArcheoSusegana per l’accoglienza riservata loro a Bolzano da parte del Cai e della fondazione “Dolomiti Unesco” che con la direttrice Morandini ha spiegato lo spirito e i criteri di scienza, educazione e cultura seguiti nei 10 anni di istituzione della tutela Unesco per le Dolomiti.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: ArcheoSusegana).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.