Electrolux di Susegana, prosegue il confronto tra azienda e sindacati per il nuovo piano industriale

Nell’incontro tenutosi ieri, mercoledì 15 maggio 2019 a Treviso tra il coordinamento sindacale e la direzione di Electrolux è proseguita la discussione sul futuro piano industriale dello stabilimento di Susegana e sulle richieste della direzione aziendale per deliberare gli investimenti necessari a realizzarlo.

L'azienda ha confermato la richiesta di un utilizzo degli impianti pari a 108 ore settimanali, attraverso il ricorso a 17 turni dal lunedì al sabato pomeriggio o, in alternativa, un regime di 16 turni escludendo il secondo turno del sabato, ma aumentando l'orario sul primo e sul terzo turno dal lunedì al venerdì.

"Come sindacato - riferiscono dal coordinamento sindacale Electrolux - abbiamo dichiarato l’indisponibilità dei lavoratori ad allungare i turni dal lunedì al venerdì e abbiamo chiesto di definire un accordo che preveda, a fronte delle 36 ore di lavoro settimanali retribuite 40 con due turni il sabato, di definire un numero di Par (permessi di assenza retribuita) a disposizione dei lavoratori interessati superiore a quanto definito con l'accordo dell’86, tenuto conto delle ulteriori riduzioni di orario nel frattempo riconoscite dal contratto collettivo nazionale".

"Abbiamo quantificato la richiesta in 84 ore annue - proseguono i sindacati - e l'azienda si è riservata di valutare la nostra richiesta ma ha segnalato che, per trovare un nuovo equilibrio, ritiene necessario incrementare il gettito produttivo e definire la velocità a cui dovranno lavorare montaggio e premontaggio, portando la velocità a 100 pezzi ora sulle linee e 104 al premontaggio. Abbiamo ribadito all'azienda che chiediamo di abbassare tale numero e che vogliamo discutere di pause e di organizzazione del lavoro, così come abbiamo ribadito che rimangono le altre nostre richieste relative alla valutazione degli aspetti ergonomici, anche attraverso esperti di parte sindacale, e alle garanzie necessarie per escludere che la digitalizzazione della fabbrica sia utilizzata da parte dell'azienda per il controllo a distanza della prestazione lavorativa".

"Infine - concludono le sigle sindacali - abbiamo confermato all'azienda che resta l’esigenza di un accordo che preveda la possibilità, attraverso gli incentivi già riconosciuti in altri stabilimenti del gruppo, di un ricambio generazionale che risponda alle aspettative dei lavoratori più anziani".

Il prossimo 7 giugno si svolgeranno le assemblee dei lavoratori nello stabilimento di Susegana. Per la ripresa del confronto è stato fissato un nuovo incontro il prossimo 10 giugno 2019.

(Fonte: Coordinamento sindacale Electrolux).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport