Nuova caserma dei Carabinieri di Susegana, la risposta del sindaco Scarpa alla minoranza: ritardi dovuti alla burocrazia

Lungaggini della burocrazia. E’ questo la risposta del sindaco Vicenza Scarpa al gruppo d’opposizione di Susegana Libera, riguardo al trasferimento della stazione dei Carabinieri nella nuova sede, l’ex municipio (nella foto)  da poco ristrutturato in piazza Martiri della Libertà.

La minoranza aveva infatti richiesto il motivo del ritardo, visto che l'edificio è pronto dallo scorso settembre ma gli uomini dell'Arma rimangono ancora nella caserma attuale, poco distante da quella futura in via San Salvatore. 

“Non c’è nessun problema – afferma la prima cittadina, che ha risposto all’opposizione nel corso del consiglio comunale della scorsa settimana – Ci è voluto un po’ più di tempo rispetto a quanto previsto all’inizio, ma la caserma è pronta, tanto che già a settembre ne ho disposto la pulizia di fondo. I ritardi sono dovuti al grande lavoro richiesto da parte degli uffici, sia i nostri che quelli del ministero, nell’esperire tutte le procedure che servono per operazioni di questo tipo, tra l’altro in un edificio vincolato dalla Soprintendenza. Ora siamo in attesa del Demanio e del suo parere sulla congruità dell’affitto: ma non c’è nessun contenzioso, è un atto d’ufficio dovuto.Il mio augurio è che in primavera si possa procedere con il trasferimento”.

Non sono rimasti soddisfatti della replica, però, i consiglieri di Susegana Libera. “Si tratta di risposte evasive, che non esaudiscono le nostre richieste specifiche – dichiara Carlo Giacomo Granzotto, promotore della missiva – La struttura è stata messa in sicurezza antisismica? Perché la rampa per i disabili verrà fatta solo ora? Secondo noi non si tratta di un edificio a norma e i ritardi nel trasferimento sono dovuti evidentemente per questo motivo”.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport