Consiglio a Susegana, lavori aggiuntivi alla nuova scuola elementare: in corso la verifica per danno erariale

Si è tenuto ieri sera il consiglio comunale di Susegana. Prima dell'inizio dei lavori c'è stato il saluto di Alessandro Bonet (nella foto, al centro),  presidente della società idrica Piave Servizi, che sta visitando tutti le assemble civiche dei Comuni consorziati per invitare gli amministratori a promuovere l’utilizzo dell’acqua del rubinetto, consegnando delle caraffe da utilizzare in assemblea al posto della bottigliette.

“Anche se in questo consiglio già vengono utilizzate delle caraffe, il nostro vuole essere lo stesso un piccolo segno per promuovere comportamenti virtuosi - ha dichiarato Bonet - Il nostro è il Paese europeo che consuma più acqua in bottiglia, nonostante la nostra acqua pubblica venga sottoposta a 1.500 controlli l’anno ed abbia un costo di 80 centesimi al metro cubo, corrispondente a mille litri”.

“Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti e vi invito a diventare ambasciatori dell’acqua”, ha concluso Bonet, che oltre alle caraffe ha portato in dono anche un prisma informativo da esporre in municipio, dove sono riportate tutte le buone pratiche relative al consumo idrico.

Conclusa la visita istituzionale, si è passati alla discussione dell’interpellanza presentata dall’opposizione di Susegana Libera, riguardante la nuova scuola elementare in costruzione a Ponte della Priula.

Il consigliere Maurizio Trentin ha infatti richiesto quale sia l’orientamento della giunta riguardo alla variante approvata ad inizio lavori per rendere più profondo lo scavo delle fondazioni, opera necessaria per via della composizione del terreno. Con 163 mila euro provenienti dal ribasso d’asta il problema è stato risolto, ma resta aperta la questione di chi sia la responsabilità di questo intervento aggiuntivo, se fosse imprevedibile oppure se si sia trattato di un errore commesso in fase di progettazione, e dunque se si profili l'ipotesi del danno erariale.

“C’è stato un’inadeguata valutazione dello stato di fatto ed ora sono attive tutte le procedura di accertamento - ha risposto il sindaco Vincenza Scarpa - Valuteremo cosa fare e i danni subiti, poi, dopo il contraddittorio, verrà stabilito quale potrà essere l'entità del risarcimento”.

Terminato l’intervento della prima cittadina, il consigliere Trentin si è dichiarato soddisfatto della risposta. Nel resto della seduta sono stati approvati l'adesione allo Sportello unico del commercio del Consorzio Bim Piave e il nuovo regolamento del consiglio comunale, che da ieri sera prevede che l'avviso di convocazione dell'assemblea non debba più essere consegnato di persona dai vigili del Comune, ma inviato tramite Pec o mail direttamente ai consiglieri.

Nel corso di tutto il consiglio non sono mancati i consueti botta e risposta accesi tra maggioranza e opposizione.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it 

// Storie di Sport