Le pedane del Tav Belvedere di Uboldo, in provincia di Varese, hanno portato fortuna al valdobbiadenese Piero Simeoni (nella foto in alto, al centro) tra sabato 6 e domenica 7 luglio. Il tiratore 19enne di Bigolino ha fatto bingo nell’ultima prova del campionato italiano di tiro a volo, specialità fossa olimpica: ha vinto la gara degli junior e, con un punteggio super nelle qualificazioni (121 piattelli abbattuti su 125), ha ottenuto il pass per la massima categoria, l’eccellenza, di cui fanno parte anche gli atleti che partecipano alle Olimpiadi.

“Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto sabato e domenica – racconta Simeoni -, una bella vittoria in una delle gare più importati dell’anno: l’ultima prova del campionato italiano. Non mi aspettavo di riuscire ad ottenere un risultato così alto nelle qualificazioni (121 piattelli rotti su 125), perché sono dovuto tornare a casa sabato sera per giocare al palio delle contrade di Valdobbiadene, con il mio Bigolino, e la mattina dopo sono ripartito per Varese”.

In questa gara hanno partecipato anche i ragazzi che hanno disputato il mondiale la settimana scorsa – ha concluso il tiratore valdobbiadenese -, quindi il livello era altissimo, ma grazie anche ad un po’ di fortuna sono riuscito a vincere la finale con 45 piattelli rotti su 50 ad un colpo solo. Veramente una grande soddisfazione, quasi inaspettata”.

Ora che Piero è entrato nell’Olimpo dei top player del tiro a volo, lo attenderanno sfide sempre più impegnative. Un futuro agonistico radioso per se stesso, per la famiglia Simeoni e per tutta la comunità di Valdobbiadene.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione di Piero Simeoni).
#Qdpnews.it