Continua a stupire il campioncino valdobbiadenese del tiro a volo, specialità fossa olimpica, nonostante, al momento, non sia tesserato con i rinomati gruppi sportivi dello Stato. Domenica scorsa, 12 maggio, il 19enne Piero Simeoni si è guadagnato un altro secondo posto nella terza prova del campionato italiano giovanile, strappando con le unghie e con i denti un risultato tutt’altro che scontato nel campo di tiro di Gioia del Colle, in provincia di Bari.

È stata una gara molto combattuta con punteggi di molto sopra la media, – racconta Piero - sono entrato in finale con il quinto miglior punteggio rompendo 72 piattelli su 75 nelle prime tre serie di qualificazione. La finale è stata emozionante perché, per decidere le posizioni del podio, eravamo in quattro con un solo piattello di differenza e, rompendone 45 su 50 ad un solo colpo, sono riuscito ad arrivare secondo”.

“Un risultato molto importante, – conclude il 19enne Simeoni - dato che nelle prime tre prove del campionato italiano sono andato a podio due volte, scontrandomi sempre con atleti che praticano questo sport praticamente di professione e che sono tesserati nei gruppi sportivi dello Stato”.

Un’altra eccellente prestazione che inorgoglisce papà Paolo e l’intera famiglia Simeoni, la frazione di Bigolino e tutta la comunità di Valdobbiadene.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione di Piero Simeoni). 
#Qdpnews.it