Altra grande prestazione per il fresco campione italiano giovanile di tiro a volo, specialità fossa olimpica: Piero Simeoni (nella foto in alto, a destra), 19enne residente a Bigolino di Valdobbiadene, domenica 14 aprile ha conquistato la medaglia d’argento al secondo Gran Premio nazionale giovani in quel di Todi, provincia di Perugia.

Un risultato eccellente visto che, durante la gara di qualificazione, il tiratore valdobbiadenese ha fatto segnare il miglior punteggio assoluto su 281 partecipanti, colpendo 72 piattelli su 75 nel corso delle tre serie. Superato il turno di qualificazione, Simeoni ha tentato il tutto per tutto nella finale ad eliminazione, dove i risultati della gara precedente vengono azzerati. Ottimo l’esito: Piero ha conquistato il secondo posto con 42 piattelli abbattuti su 50, sparando un solo colpo per piattello ed arrendendosi al lombardo Samuele Faustinelli.

"La gara di domenica è stata molto più intensa di quella del 31 marzo – racconta Piero -, perché c’era anche la finale ad un colpo dopo i primi 75 piattelli di qualificazione. Sono molto contento poiché sono entrato in finale con il punteggio più alto di 72 piattelli rotti su 75 e c’erano più di 250 tiratori. Poi, alla finale, accedono i primi sei di ogni categoria e si azzera il risultato di qualificazione. Io ho rotto 42 piattelli e sono arrivato secondo: è un ottimo risultato. Sono molto felice di avere reso orgoglioso mio padre Paolo, che mi segue sempre in tutte le gare che faccio, anche se è costretto a sacrificare giorni di lavoro e mi finanzia costantemente".

Prossima sfida il 12 maggio nel Comune barese di Gioia del Colle, in Puglia.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it).
#Qdpnews.it