Correva il lontano 1994 e un allora 30enne Flavio Vanzella (nella foto) conquistò un privilegio che ogni ciclista vorrebbe vivere; fu per due giornate maglia gialla al Tour de France.

Nato a Vazzola nel 1964, Vanzella è stato un ottimo passista. Corridore professionista dal 1989 al 1998, nel suo palmares vanta anche il titolo di campione del mondo nella cronometro a squadre. Gli amici della squadra “Fortissimi” hanno deciso di ricordare degnamente la ricorrenza ieri, con una festa a sorpresa.

Il tempo di questa fine estate che assomiglia a un autunno, ha un po' guastato i piani, facendo saltare il giro in bici senza però rovinare la festa. Il ritrovo nelle “Tenute Caldella” della Società Agricola di Flavio Vanzella a Susegana, ha avuto parecchi momenti gioiosi, ben scanditi dalla perfetta organizzazione.

Carlo Vanzella copy

Particolarmente significativa la parata e il taglio di una magnifica torta nella quale giganteggiava l’immagine di Vanzella in maglia gialla in quella fortunata edizione del Tour. Il colore unico e dominante nelle tavolate è stato naturalmente il giallo, con tanto di maglia celebrativa donata a Flavio Vanzella, che l’ha indossata con orgoglio e con un pizzico d’emozione.

Anche dopo aver abbandonato il professionismo, Vanzella non ha mai appeso la bici al chiodo e grazie ad una forma smagliante si diverte sulle colline Patrimonio Unesco, in compagna di tanti amici. A festeggiarlo ieri anche Andrea Vendrame, protagonista di un ‘ottima stagione, culminata con la vittoria nella Tro- Bro-Leon e con un secondo posto di tappa al Giro d’Italia.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it