Qdpnews.it ha avuto il piacere di avere in redazione nei giorni scorsi per un'intervista la pluricampionessa paralimpica di nuoto Martina Villanova di Sernaglia della Battaglia, che è arrivata accompagnata dal padre.

Martina, 29 anni compiuti lo scorso 22 luglio, finora ha partecipato a cinque campionati del mondo di nuoto Dsiso (Down Syndrome International Swimming Organization) e tre europei, dal 2010 fa parte della nazionale italiana Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli intellettivo relazionali) ed è stata una delle prime atlete con disabilità a farne parte da quando è nata la federazione.

Grazie al suo costante impegno ed alla sua forza di volontà ha ricevuto grandi risultati e molte soddisfazioni. Detiene, infatti, il record personale agli europei sugli 800 e 1500 stile libero e con le compagne di squadra due record del mondo in staffetta: uno per la 4x200 stile libero ed uno per la 4x100 mista e tre record europei nelle staffette.

Lunghissimo è poi l'elenco delle medaglie che ha ottenuto tra mondiali ed europei: ben 58 di cui 23 individuali e 35 in staffetta oltre ai podi raggiunti ai campionati italiani e regionali.

Martina quando hai iniziato a praticare nuoto?

Già da prima andavo in piscina, ma ho iniziato a praticare nuoto a 14 anni con l'associazione Sport Life di Montebelluna (associazione che avvicina il mondo dello sport ai giovani con disabilità) e dopo un mese ho fatto la mia prima gara.

Raccontaci qualcosa dei campionati del mondo di nuoto ai quali hai partecipato.

Per le gare di nuoto ho viaggiato molto in Italia e nel mondo: sono stata in Messico, Canada, Cina, Portogallo. Lo scorso anno ai mondiali in Canada ho vinto sette medaglie: due ori nelle staffette 4x50 mista e 4x200, un argento nella staffetta 4x100 stile libero e tre bronzi negli 800, nei 1500 stile libero e nella staffetta 4x50 .

Come si svolgono le tue giornate tipo?

Al mattino dalle 7.30 alle 12.30 lavoro all'azienda di produzione di uova Maia Agroindustriale del gruppo Eurovo a Pieve di Soligo. Arrivo a casa, mangio e al pomeriggio vado in piscina a Montebelluna per gli allenamenti. Mi alleno cinque giorni alla settimana durante l'anno e quando ho le gare europee o mondiali anche sei giorni. Mi trovo molto bene con tutti i miei compagni e con l'allenatrice Laura Salvalaggio. In più due volte alla settimana, il martedì e il giovedì, vado anche in palestra a Pieve di Soligo per fare degli esercizi alle braccia che servono a migliorarmi nel nuoto.

Quando sarà la tua prossima gara?

Sarà dal 15 al 22 settembre ad Olbia in Sardegna per i campionati europei. Farò ferie solo tre giorni in agosto e poi riprenderò subito gli allenamenti per prepararmi.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Nel tempo libero mi piace fare i cruciverba ed ascoltare musica. Inoltre quando non ho gare di nuoto, appena riesco vado a Casa Vittoria, la struttura ricettiva della cooperativa sociale “Vita Down” a San Polo di Piave dove lavorano alcuni ragazzi con sindrome di down, per dare una mano come cameriera.

Vuoi dire qualcosa ai lettori di Qdpnews.it?

Si voglio dire a tutti di fare sport, qualsiasi tipo di sport, anche solo andare a camminare, perchè fa bene alla salute.

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it