La "Cenerentola" della pallacanestro trevigiana è arrivata a raggiungere il secondo posto del podio con una giornata di anticipo. Una favola, quella degli Onigo Wild Pigs, che parla di sacrificio e di sudore ma anche di tifo indiavolato, dell'importanza del "fattore campo" e, secondo gli addetti ai lavori, di un ingrediente segreto contenuto all'interno dei famosi panini preparati dai tifosi, pietanza prelibata che a Onigo è già leggenda.

Dopo quattro stagioni, infatti, è arrivata la storica promozione della squadra di basket amatoriale della frazione di Onigo di Pederobba che passa dalla divisione argento alla divisione oro del campionato amatoriale provinciale Csi Treviso.

Qdpnews.it
 aveva già raccontato una delle battaglie degli Onigo Wild Pigs (qui l'articolo) durante la faticosa ma indimenticabile scalata verso la vetta della classifica. A stupire è stato lo squilibrio, a livello di proporzioni, fra il numero di abitanti della piccola frazione del Comune di Pederobba e il vero e proprio movimento che ruota attorno a questo team. A fare la differenza è stata proprio la volontà di andare oltre gli allenamenti e le partite dei ragazzi, trasformando la passione per il basket e per lo sport in una possibilità di riscatto e di valorizzazione di un'intera comunità.

"Con l'ottenimento del secondo posto in classifica - raccontano dalla squadra -, 20 vittorie e 5 sconfitte, abbiamo diritto alla promozione diretta, passando dalla divisione argento alla divisione oro del campionato amatoriale provinciale (Csi Treviso) con una giornata di anticipo. Stagione positiva sotto ogni aspetto: dai risultati ottenuti grazie all'impegno e alla crescita di molti giocatori, all'incredibile supporto del pubblico e ai riconoscimenti giunti da avversari e federazione".

"Un affiatamento che nasce fuori dal campo - proseguono gli Wild Pigs - prima di tutto grazie al sostegno del presidente Luca Bolletta, e del fondatore Francesco Bogana oltre al lavoro degli altri dirigenti Mauro Iacoviello e Marco Martignago. Indispensabile la spinta dei capitani: l'ex Matteo Baratto e l'attuale Daniele Dalla Santa".

"Se siamo arrivati fin qui - concludono gli Wild Pigs - è merito anche di chi ha tenuto le redini in campo: ''Paolone'' Verri e il coach Paolo Spinelli. Un ringraziamento particolare ad Alfiere Basket Lab, nella persona di Stefano Palermo, che come società sportiva permette che tutto ciò possa essere realtà. Non si può dimenticare di ringraziare il ristorante "Mura Bastia" di Pederobba che ci ospita a fine allenamento e Mattia Pasetti che, grazie ai suoi panini, fa sentire giocatori e tifosi sempre a casa".

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Onigo Wild Pigs).
#Qdpnews.it