E’ stato un buon mondiale quello disputato dalla biker Lisa Gava, lo scorso weekend durante l’Uci Mountain Bike nella meravigliosa cornice della Val di Sole a Comezzadura.

Per la neo 19enne, che ha compiuto gli anni proprio giovedì scorso durante la preparazione in vista della gara, si trattava del primo banco di prova a livello mondiale, e come aveva dichiarato una settimana fa (qui l’articolo), l’emozione e l’entusiasmo erano immensi. Ma l'età a questo punto gioca a suo favore.

Ciò nonostante, purtroppo, nonostante una grandissima gara, la giovane biker non è riuscita a passare le qualifiche, arrivando però con un buon 23esimo posto, avanzavano le prime 15, vedendosi svanire la qualificazione solo per questione di secondi come ci spiega Lisa: “C’è mancato veramente poco, eravamo tutte lì all’ultimo tratto, alla fine ha pagato l’esperienza, ho avuto l’onore di gareggiare e confrontarmi con le più forti downhiller del mondo. Sfortunatamente le condizioni climatiche non hanno giocato a mio favore, la mattina della competizione ha piovuto molto e questo ha reso la pista ancor più complicata, tenendo presente che il circuito era già complicato di suo”.

Fattori che non  hanno giovato sull’andamento della gara dell’atleta di Cordignano, che tuttavia e nonostante tutto, si è detta soddisfatta: “E’ stata una bellissima esperienza, mi ha fatto maturare ancora di più, ora so dove devo migliorare. Ci riproverò sicuramente”.

Una grande soddisfazione per Lisa Gava, quindi, aver combattuto fino alla fine con avversarie di livello mondiale e aver potuto gareggiare nel “Valhalla” dei downhiller come la Val di Sole.

Sicuramente, in futuro, le occasioni non mancheranno e la giovane biker si farà trovare sempre pronta, con la solita grinta e determinazione a farle da padrona.

(Fonte: Luca Collatuzzo © Qdpnews.it).
(Foto: Facebook - Lisa Gava).
#Qdpnews.it