Un nuovo trofeo fresco fresco in bacheca (la Supercoppa italiana vinta sabato a Milano ai danni dell'eterna rivale Novara), la vetta solitaria e salda del campionato e alle viste l'esordio nella Champions League 2019/20.

È un inizio di stagione con il vento in poppa per l'Imoco Conegliano, che ha appena inserito in bacheca il settimo trofeo dei suoi otto anni di vita, la terza Supercoppa dopo quelle vinte (entrambe al Palaverde) nel 2016 contro Bergamo e nel 2018 contro Novara.

Il 3-0 dell'Allianz Cloud di Milano ha confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, che con l'acquisto dell'opposto Paola Egonu il club gialloblù si è messo in casa un fenomeno di soli vent'anni e che certi meccanismi tra la regista Asia Wolosz e le sue attaccanti funzionano ormai a occhi chiusi.

Sabato notte le pantere hanno festeggiato in pullman, tornando finalmente all'Imoco Village dopo una trasferta in Piemonte e Lombardia durata dieci giorni, la vittoria del primo trofeo della stagione.

Lunedì sono subito tornate in palestra per preparare l'esordio in Champions League in programma questa sera, martedì 19 novembre, alle 20.30 al Palaverde contro il Vasas Obuda Budapest, squadra ungherese arrivata alla fase ai gironi dai preliminari.

Sulla carta non si tratta di un avversario ostico ma coach Daniele Santarelli e le sue ragazze ricordano bene le sette camicie sudate l'anno scorso per passare il turno, cosa avvenuta per il rotto della cuffia. In Europa, quest'anno, il club campione d'Italia porterà il nome di “A. Carraro Imoco Conegliano”.

Non va trascurato che le pantere sono prime in classifica da sole nel campionato di serie A1, con ben 6 punti di vantaggio sulla seconda, l'Igor Novara. E domenica 24 novembre alle 17.00 al Palaverde arriverà, per l'ottava giornata di campionato, un'altra big come Scandicci.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Imoco Volley).
#Qdpnews.it