Fine stagione: si festeggia. Chiusi i giochi, arriva il consueto appuntamento di fine anno. La festa della sezione arbitri “Dino Battistella” di Conegliano rappresenta il momento conclusivo di una stagione lunga e faticosa, ma ricca di soddisfazioni.

In una cornice rurale degna delle tradizionali feste paesane per le famiglie e al contempo dotata di ogni comfort e tecnologia, con abbondanti libagioni, allegria, giochi, gare di calcio tennis, green volley e l’immancabile animazione per i più piccoli, quest’anno è stato il Club 3 Molini a Campomolino di Gaiarine ad ospitare la kermesse.

Per la sezione di Conegliano la festa di giugno rappresenta infatti il più alto momento di condivisione, con tutti gli amici e i familiari, delle fatiche e delle gioie della stagione arbitrale. Alla festa era presente anche il presidente del Comitato regionale Dino Tommasi che non ha voluto mancare all’appuntamento.

E’ toccato al presidente di sezione Paolo Dal Cin esprimere grande soddisfazione e ringraziare per la splendida stagione non solo i collaboratori, ma tutti gli associati per l’impegno e la dedizione alla Sezione, testimoniato anche dall’elevata partecipazione alla festa (oltre l’80 percento degli associati erano seduti ai tavoli a festeggiare) ed un numero di presenti ben oltre le 200 unità che per una realtà di 115 associati rappresenta un vero segnale di quanto forte sia lo spirito di gruppo.

Dopo un commosso omaggio ai familiari dell’arbitro Vittorino Padovan, mancato ad aprile, e dei compianti Dino Battistella e Firmino Zuccolotto, sono stati consegnati i premi della stagione.


arbitri aia conegliano

Nella categoria “premio giovani speranze” (Al giovane distintosi per doti morali, tecniche ed associative): Giovanni Andreetta, Alex Furlan, Paolo Roberti e Niccolò Viezzer. Nella categoria “Number one” ( Al miglior arbitro  proposto per il passaggio all’Organo Tecnico Regionale) : Pietro Balliana. La “Tessera di bronzo” (All’arbitro che ha raggiunto i 10 anni di anzianità di tessera): Davide Baldo, Giulio Bonaldo, Emilio Cisotto e Mattia Zambon.

Poi i due premi più ambiti: “Medaglia d’oro Firmino Zuccolotto” al collega particolarmente meritevole, sotto il profilo associativo, maggiormente distintosi per attaccamento alla sezione con specifico riguardo alla formazione e valorizzazione delle giovani leve: Abou Elkhayr Driss e la “Medaglia d’oro sezionale Dino Battistella”, al collega particolarmente meritevole, sotto il profilo tecnico, maggiormente distintosi per doti morali ed attaccamento alla sezione: Mirko Andreetta.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Aia Conegliano).
#Qdpnews.it